di James Cameron continua ad avere un successo strepitoso..." /> Avatar: ecco com'è la Terra del futuro secondo James Cameron | CineZapping





News Avatar concept art

Published on gennaio 31st, 2010 | by Elide Messineo

0

Avatar: ecco com’è la Terra del futuro secondo James Cameron

“Avatar” di James Cameron continua ad avere un successo strepitoso, ma già in attesa che arrivi il DVD si parla delle curiosità che riguardano la pellicola, scene tagliate e concept art. Sappiamo che nel film è stata tagliata una scena ambientata sulla Terra del futuro, di cui ora abbiamo un’immagine da mostrarvi ed una descrizione più dettagliata di quanto è accaduto al nostro pianeta nel momento in cui è stato ambientato il film:

La Terra del 22esimo secolo è ormai un pianeta sovrappopolato, quasi totalmente deforestato e privo di forme di vita selvatiche, dominato dalle multinazionali e piagato dall’inquinamento, che costringe chiunque possa permetterselo a girare per le strade con maschere che puliscono l’aria rendendola meno dannosa. A causa dell’espansione urbana, la RDA (Resources Development Administration) ha iniziato a realizzare delle enormi coltivazioni marine di proteine commestibili e alghe ricche di nutrimento che, insaporite con spezie e altri ingredienti, servono a sfamare gli oltre venti miliardi di abitanti del Pianeta in maniera economica ed efficace. Le alghe sono quindi il cibo della maggior parte degli umani sulla Terra e sulla Luna.

Con il Pianeta devastato da un conflitto intra-continentale (nel quale Jake Sully è rimasto paralizzato) e da una crisi energetica globale senza precedenti, le grandi multinazionali hanno iniziato a guardare verso altri pianeti alla ricerca di risorse extra-terrestri…

E questa è la foto che mostra le condizioni del pianeta:

Avatar concept art

Avatar concept art

L’accaduto viene spiegato nel libro “Avatar: An Activist Survival Guide“, in cui sono presenti diversi concept art, come quello mostratovi sopra.

Tags: , , , , , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi