Video

Published on ottobre 23rd, 2009 | by Elide Messineo

1

L’uomo che verrà: il trailer

Locandina de "L'uomo che verrà"

Locandina de "L'uomo che verrà"

E’ stato uno dei film più attesi al Festival del Cinema di Roma, “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti. Il film, che uscirà il 29 gennaio 2010 e secondo film italiano in concorso al Festival, racconta dell’eccidio di Marzabotto, il più grande massacro nazifascista che sia avvenuto nell’Europa occidentale. E’ l’inverno del 1943, il mondo è in piena guerra e noi vediamo l’Italia, per la precisione Monte Sole, attraverso gli occhi di Martina, una bambina di otto anni. La piccola ha smesso di parlare da anni, a causa della morte del fratellino di pochi giorni. Nel bel mezzo della guerra e del caos, Martina resta in attesa, la mamma è nuovamente incinta, ci sarà un altro bambino, che nascerà tra il 29 e il 29 settembre 1944. In contemporanea si verificherà uno degli eventi più tragici della storia della seconda guerra mondiale, la strage di Marzabotto. Il regista racconta che non si tratta di un film storico, ma più che altro di un film incentrato sul lato umano della vicenda, agli effetti che la guerra ha sulle persone. E dentro la storia della piccola Martina e della sua famiglia, ce ne sono in realtà molte altre, rimescolate tutte insieme, quelle raccontate dai sopravvissuti. Recitano Claudio Casadio, Maya Sansa, Elenonora Mazzoni, Alba Rohrwacher, Diego Pagotto. Vi lasciamo al trailer del film.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



One Response to L’uomo che verrà: il trailer

  1. Pingback: Roma Film Fest, vince Brotherhood ma Giorgio Diritti fa incetta di premi. Mirren e Castellitto migliori attori  | DaringToDo.com

Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi