Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna in cima alla pagina

Top

Non ci sono commenti

“Shame” arriva alla Mostra del Cinema di Venezia

La Mostra del Cinema di Venezia continua e domenica 4 settembre sarà presentato, in concorso, “Shame” di Steve McQueen, di cui oggi vi mostriamo una vera e propria pioggia di foto. Questa la sinossi:

Se il primo film di Steve McQueen, Hunger, parlava di un uomo privato della libertà, Shame è la storia di un uomo che ha tutte le libertà del mondo occidentale ma ha fatto del proprio corpo la sua prigione.Brandon (Michael Fassbender) è un trentenne di successo che vive in un confortevole appartamento di New York. Per evadere dalla monotonia della vita d’ufficio seduce le donne, dividendosi tra una serie di storie senza futuro e incontri di una notte.Il ritmo metodico e ordinato della vita di Brandon, però, entra in crisi con l’arrivo imprevisto di sua sorella Sissy (Carey Mulligan), ragazza ribelle e problematica. La sua presenza dirompente spingerà Brandon a inoltrarsi nelle pieghe più oscure dei bassifondi di New York, per sfuggire al difficile rapporto con la sorella e ai ricordi che risveglia in lui. Shame indaga la natura profonda dei nostri bisogni, il modo in cui affrontiamo la nostra vita e le esperienze che ci segnano.

Dopo “Hunger”, McQueen ritorna in sala con il suo “Shame“, film girato a New York all’inizio dell’anno, riportando Michael Fassbender sul grande schermo. Quest’ultimo si è detto parecchio entusiasta di tornare a lavorare con il regista, che a sua volta ha parlato della sua stima nei confronti dell’attore:

Michael è veramente un genio. Io voglio lavorare col miglior attore in circolazione, e per l’appunto quell’attore è lui.

Per Carey Mulligan la storia è ancor più entusiasmante ed ecco cosa ha fatto per ottenere la parte:

Quando ho letto la sceneggiatura e ho visto che il progetto riguardava Steve e Michael, mi sono subito entusiasmata. Ho incontrato Steve per un caffè a Londra, e praticamente lui non vedeva l’ora di andarsene, mentre io cercavo di trattenerlo dicendogli: ‘No! Non puoi andartene! Non mi hai ancora dato la parte!’ In poche parole, l’ho costretto con la forza a scritturarmi.

Domenica prossima scopriremo come Venezia accoglierà “Shame”, intanto eccovi qualche foto dal film.

Inserisci un Commento

Rispondi