Recensioni

Published on dicembre 3rd, 2012 | by sally

0

Il peggior Natale della mia vita: la recensione

Il peggior Natale della mia vita: la recensione sally
Voto CineZapping

Summary:

3

Buon Film


User Rating: 0 (0 votes)

Come li avevamo lasciati: Paolo e Margherita pronti per le nozze e soprattutto intenti a combinarne di tutti i colori. Protagonista assoluto delle avventure de “Il peggior Natale della mia vita” così come de “La peggiore settimana della mia vita” rimane proprio Paolo, impersonato da Fabio De Luigi, co-autore della sceneggiatura insieme al regista Alessandro Genovese.

Il peggior Natale della mia vita” per titolo e per ambientazione, si colloca teoricamente nella classe del “cinepanettone”, per via della tematica trattata, ma in realtà se ne distacca in maniera ben definita. A parte la data d’uscita, anticipata rispetto al Natale (e abbondantemente) è la volgarità che manca, e la ricerca forzata degli “inciuci” di desichiana memoria, se così si può dire. Alessandro Genovese, nel primo ed in questo episodio, è molto più genuino e cerca di divertire con naturalezza, senza mai cadere in basso.

L’ambientazione è la montagna, ricoperta di neve, che mette in serie difficoltà Paolo. Quest’ultimo, insieme a Margherita (Cristiana Capotondi), a poche settimane dal parto, deve trascorrere le vacanze insieme ai suoceri nel castello di Alberto Caccia (Diego Abatantuono), dove si trova anche Benedetta (Laura Chiatti), incinta pure lei e amica di vecchia data di Margherita. Giorgio (Antonio Catania), suocero di Paolo, ci tiene molto a fare bella figura poiché Alberto sta per nominarlo, ma ovviamente il genero è pronto a rovinare- seppure involontariamente- ogni cosa, arrivando addirittura a far credere a tutti che Alberto sia morto.

Antonio Catania e Fabio De Luigi

Insomma, le premesse per una commedia divertente ci sono tutte: Fabio De Luigi è affermato ormai da tempo come comico. Dotato di grande espressività, è lui ad offrire la fetta più importante di comicità, anche se i personaggi che gli ruotano attorno non sono da meno: un eccentrico Abatantuono, affiancato da un preoccupato e serioso Antonio Catania; Laura Chiatti ha un ruolo di minore rilievo, ma è un personaggio sopra le righe, ben costruito anche se poco approfondito; c’è una piccola parte anche per Ale e Franz, becchino e truccatore delle pompe funebri, grotteschi quanto basta per rendere piacevole il  loro siparietto.

Nel complesso Alessandro Genovesi ha creato una pellicola divertente, ma senza troppe pretese. La trama è divertente ed affronta ancora una volta il rapporto tra suocero e genero, ma stavolta in un contesto più vasto, arricchito da altri personaggi di contorno e simpatici colpi di scena. Le gag principali, talvolta scontate, sono tutte affidate a Fabio De Luigi, che di certo attualmente è da considerarsi il miglior attore comico in circolazione. Buona la prova di Cristiana Capotondi “molto incinta”. “Il peggior Natale della mia vita” dà la possibilità di trascorrere una serata piacevole, è un film dalla struttura semplice ma ben riuscita: non pecca delle forzature e delle volgarità del cinepanettone, ma è alla ricerca di una forma di divertimento più adatta a tutta la famiglia, che non annoia. C’è la possibilità, però, che il pubblico non ne rimanga soddisfatto, perché non ci sono donne che mettono in mostra le loro grazie siliconate, se possiamo considerarla una pecca.

Voto:

[starreview tpl=16]

Tags: , , , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑