" ("Fatti per soffrire") è il titolo della ottava,..." />

The Walking Dead - terza stagione: recensione ottava puntata





Recensioni walking dead 3.08 1 span

Published on Dicembre 7th, 2012 | by alessandro ludovisi

0

The Walking Dead – terza stagione: recensione ottava puntata

The Walking Dead – terza stagione: recensione ottava puntata alessandro ludovisi
Voto CineZapping

Summary:

4

Film Grandioso


User Rating: 0 (0 votes)

“Made to Suffer” (“Fatti per soffrire”) è il titolo della ottava, e ultima puntata prima della sosta invernale, di “The Walking Dead“. Una gradita sorpresa per tutti i fan del fumetto è sicuramente l’ingresso in scena di Tyreese che vediamo nel prologo  impegnato in un furioso corpo a corpo con un gruppo di Walkers. Il suo gruppo è composto dalla sorella Sasha, da Donna (che viene morsa), Ben e Allen.

Alla fine della scorsa puntata avevamo lasciato Rick, Daryl, Michonne e Oscar fuori da Woodbury pronti a sferrare un attacco alla città del Governatore per riprendersi Glenn e Maggie. Proprio questi ultimi si trovano ormai in condizioni disperate, e provano la fuga utilizzando, come arma, delle ossa ricavate dal braccio di uno zombie. Quando la situazione sembra ormai compromessa sarà, però, proprio Rick a metterli in salvo. Ormai alla resa dei conti, i due gruppi si fronteggiano a colpi di arma da fuoco mentre Michonne sembra interessata a farsi giustizia da sola e si reca presso l’abitazione del Governatore dove scoprirà dei lugubri acquari popolati dalle teste dei morti viventi e farà “conoscenza” con Penny, la figlia zombie del leader di Woodbuy.

walking dead 3.08 1 span

Una immagine dell’episodio con i fratelli Dixon

Nella prigione, invece, Carl, seguendo l’esempio paterno, mette in salvo il gruppo di Thyreese confinandoli in una zona sicura del penitenziario e dando vita a una nuova sottotrama che, molto probabilmente, sarà sviluppata sin dal prossimo episodio.

La puntata di metà stagione conferma le enormi potenzialità di questa serie che, attingendo al fumetto (non sempre fedelmente) è riuscita a trasportare sul piccolo schermo una storia principalmente “horror” ma con interessantissimi risvolti emotivi che coinvolgono diverse storie famigliari, come quella tra Rick, la defunta Lori e il figlio Carl, tra Hershel e le sue figlie, e ancora, tra i due fratelli Dixon che finalmente si ritroveranno faccia a faccia. “The Walking Dead” convince dalla sigla iniziale (una sequenza di immagini da brivido) fino alla conclusione – spesso con un cliffhanger – dell’episodio e anche in “Fatti per soffrire” tiene altissima la tensione mostrandoci uno scenario da film di guerra e, per la prima volta, il tanto agognato scontro tra il gruppo di Rick e quello del Governatore.  Quest’ultimo è protagonista di un violento scontro con Michonne (apparentemente ingiustificato rispetto agli eventi del fumetto) che uccide Penny – sotto gli occhi del padre, scatenando l’ira di quest’ultimo che aggredirà la guerriera armata di Katana per avere, però la peggio, finendo con un grosso pezzo di vetro nell’occhio. Una ferita che sicuramente darò il via al cambio di look del personaggio che vedremo con il volto semicoperto da una vistosa benda.

Le prossime 8 puntate, a partire dagli inizi di febbraio, saranno decisamente interessanti grazie alle diverse prospettive lasciate in piedi dagli autori a cominciare dalla prigionia di Daryl – catturato durante lo scontro a fuoco – e di Merle, accusato dal Governatore di tradimento, fino alle possibili reazioni di Andrea, soggiogata dal fascino del leader di Woodbury ma ora più cosciente degli orrori di cui si è reso protagonita, e di Rick che, nonostante si ritrovi con un gruppo ormai decimato dovrà decidere della sorte del fedele Daryl.

Da segnalare, infine, durante l’attacco a Woodbury, una allucinazione di Rick che vede il vecchio collega e amico Shane che uccise alla fine della seconda stagione. Un divertente cameo di Jon Bernthal che avrà sicuramente reso felici tutti i fan.

L’appuntamento è per il 10 febbraio con “The Suicide King”.

Voto all’episodio

[starreview tpl=16]

Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑