Gossip Tom Cruise

Published on maggio 11th, 2010 | by Elide Messineo

29

Problemi con Scientology per Tom Cruise

Scientology è la discussa organizzazione che diffonde le credenze praticate e divulgate da L. Ron Hubbard della quale fanno parte anche molti personaggi del mondo dello spettacolo, e tra questi il più noto è sicuramente Tom Cruise. Nel corso degli anni non sono mancate mai le accuse di plagio e truffa nei confronti della “setta“, ma questa volta pare che i problemi tocchino direttamente uno degli adepti più illustri: Tom Cruise. L’accusa ricade su David Miscage, capo ecclesiastico della religione Scientology. Secondo Marty Rathburn, molte confessioni private del celebre attore sarebbero state registrate e successivamente anche diffuse. Alcune di queste confessioni risalgono all’epoca del divorzio da Nicole Kidman, di certo un momento difficile per Cruise. Nella sala riunioni sarebbero stati installati microfoni e telecamere per riprendere i colloqui privati che in seguito sono stati fatti sentire anche ad altri e, a quanto pare, anche in contesti come aperitivi e parties in generale, a voler prendere in giro l’attore. La situazione adesso è finita in mano agli avvocati, ma di certo non aiuterà la credibilità già scarsa di Scientology e soprattutto, cosa ne pensa Tom Cruise adesso?

Tom Cruise

Tom Cruise

Tags: , , , , , , , ,


About the Author



29 Responses to Problemi con Scientology per Tom Cruise

  1. Luigi Brambani says:

    Egregio Direttore,

    sono stupito della leggerezza con cui è stata passata per vera l’affermazione del Sig. Marty Rathburn.

    Forse non tutti sanno che pochi anni fa il Sig. Rathburn venne rimosso da ogni carica di responsabilità all’interno della Chiesa di Scientology da colui che ora egli attacca, il Sig. David Miscavige. Le sue accuse sono da vedere in questa prospettiva.

    Il sig. Rathburn è interessato a gettare discredito sul Sig. Miscavige e sulla Chiesa di Scientology che, per sua stessa ammissione, ha in passato danneggiato a causa di personale incuria e incompetenza.

    L’accusa del sig. Rathburn è da ritenere priva di qualsiasi fomdamento. Del resto, una persona attenta e informata può facilmente notare che una tale accusa proviene da un’apostata. Ci si dovrebbe infatti chiedere perché non provenga dalla presunta vittima.

    Per quanto riguarda la “credibilità già scarsa” di Scientology, debbo far notare che questa è una percezione personale dell’autore dell’articolo il quale, forse, finora ha attinto informazioni su Scientology solo da fonti che sono interessate a diffondere il pregiudizio su di essa.

    Non si può non prendere atto della circostanza che Scientology ha sperimentato il suo momento di maggiore espansione e crescita in tutto il mondo proprio dal 2004 ad oggi, fino a contare oltre 8000 chiese, missioni e gruppi in 165 nazioni del mondo che si occupano della crecita spirituale di milioni di persone di ogni razza, età, ceto sociale e professione.

    Il mio augurio è che in futuro tali notizie vengano verificate prima di essere pubblicate, al fine di non alimentare il pregiudizio e la discriminazione e garantire un’informazione corretta, nel rispetto degli utenti e di coloro che vengono citati.

    Ringraziando per l’attenzione, porgo cordiali saluti.

    • sally says:

      Egregio sig. Luigi Brambani,
      mi dispiace molto che i dati da me riportati non siano esatti, provvederemo a documentarci maggiormente nel caso in cui dovesse essere riproposta la notizia o altre informazioni collegate a Scientology.
      Per quanto riguarda la “credibilità già scarsa” di Scientology, mi permetto di non ritirare l’affermazione, che è mia e come tale è anche -e giustamente- opinabile. Il mondo è bello perché vario, mi compiaccio dei risultati riportati dalla Chiesa ma il mio intento non è quello di diffondere pregiudizio. Più semplicemente non condivido le idee proposte dalla dottrina, nè tantomeno i metodi utilizzati per la divulgazione. I problemi legali sono sotto gli occhi di tutti, non ho inventato nulla, non mi sarei mai permessa di giudicare poco credibile un’organizzazione senza aver fatto prima un’attenta ricerca che, mi creda, va avanti da diverso tempo.
      Tuttavia, ognuno è libero di scegliere cosa e come professare, se il numero di adepti dovesse aumentare non potrei che esserne felice, per lei e per chi riesce a trarre beneficio da questa Chiesa.

  2. Luigi Brambani says:

    Gentile Signora,

    innazitutto grazie per l’opsitalità.

    La ringrazio per la sua espressa volontà di contro-verificare future notizie relative alla Chiesa di Scientology.

    Per quanto riguarda i probemi legali voglio solo aggiungere una cosa. In Italia Scientology non ha ora problemi legali di sorta e,anzi, vi è un consolidato orientamento giurisprudenziale che riconosce la natura religiosa di Scientology e la piena legalità delle sue associazioni.

    La circostanza che qualcuno abbia “problemi legali” non fa di esso un pregiudicato. La costituzione riconosce l’innocenza di un imputato fino al giudizio definitivo.

    Se si dovessimo giudicare il cristinesimo dai probelmi che i primi cristiani ebbero con l’ordine costituito del tempo, dovremmo concludere che erano davvero molto pericolosi. Erano accusati di estorcere denaro alla gente, di dividere le famiglie, di celebrare riti strani, di esser dei senza Dio (perché non tributavano il dovuto rispetto all’imperatore romano), di mangiare i bambini e perfino di causare cataclismi.

    Scientology è relativamente nuova e il nuovo spaventa sempre coloro che ravvedono in esso una minaccia ai loro interessi cositutiti.

    Noi crediamo che l’essere umano sia uno spirito immortale, che la sua esistenza si estenda ben oltre l’arco di una vita e che le sue capacità siano molte sebbene non realizzate al momento attuale.

    Crediamo che l’essere umano sia fondamentalmente buono e che quando commette crudeltà lo fa a causa di ignoranza e personale aberrazione.

    Crediamo anche che ci sia speranza e che è possibile salvarsi, non per l’intrevento di una divinità, ma tramite un preciso percorso di illuminazione.

    C’è qualcosa di strano in questo?

    Per quanto riguarda i metodi che usiamo per diffondere il nostro credo, mi perdoni ma non riesco a vedere dove sta l’errore.

    Usiamo i mezzi che la società odierna mette a disposizionee che ogni gruppo sociale e religioso usa: internet, pubblicazioni, passaparola. Abbiamo fatto uno sforzo immane per donare a oltre 4000 biblioteche pubbliche italiane i 18 libri di base scritti da L. Ron Hubbard, cosicché le persone possano scoprire da se stesse cosa sia Scientology, senza essere costrette ad entrare in una Chiesa di Scientology.

    Le nostre chiese (12 in Italia) sono aperte dalle 10 alle 22, sette giorni su sette, e chiunque può fare un visita.

    Cosa c’è di sbagliato in questo?

    Mi perdoni se mi sono dilungato. Sto solo cercando di non subire ancora una volta un giudizio basato, credo, su dei “sentito dire” o, peggio, dei gossip.

    Ringaziandola ancora, le progo i miei più cordiali saluti.

  3. Luigi Brambani says:

    Gentile Signora,

    innazitutto grazie per l’ospitalità.

    La ringrazio per la sua espressa volontà di contro-verificare future notizie relative alla Chiesa di Scientology.

    Per quanto riguarda i probemi legali, voglio rendere noto che in Italia Scientology non ha problemi legali di sorta e,anzi, vi è un consolidato orientamento giurisprudenziale che riconosce la natura religiosa di Scientology e la piena legalità delle attività delle sue associazioni.

    La circostanza che qualcuno abbia “problemi legali” non fa di esso un pregiudicato. La costituzione riconosce l’innocenza di un imputato fino al giudizio definitivo.

    Quindi, perché usare questo criterio per valutare la corretteza di qualcuno?

    Se dovessimo giudicare il Cristinesimo dai problemi che i primi cristiani ebbero con il potere politivco e religioso del tempo, dovremmo concludere che erano davvero molto pericolosi. Erano accusati di estorcere denaro alla gente, di dividere le famiglie, di celebrare riti strani, di esser dei senza Dio (perché non tributavano il dovuto rispetto all’imperatore romano), di mangiare i bambini e perfino di causare cataclismi.

    Scientology è relativamente nuova e il nuovo spaventa sempre coloro che ravvedono in esso una minaccia ai loro interessi cositutiti.

    Noi crediamo che l’essere umano sia uno spirito immortale, che la sua esistenza si estenda ben oltre l’arco di una vita e che le sue capacità siano molte, sebbene non realizzate al momento attuale.

    Crediamo che l’essere umano sia fondamentalmente buono e che quando commette crudeltà lo fa a causa di ignoranza e personale aberrazione.

    Crediamo anche che ci sia speranza e che è possibile salvarsi, non per l’intervento di una divinità, ma tramite un preciso percorso di illuminazion che richiede impegno ed onestà.

    C’è qualcosa di strano in questo?

    Per quanto riguarda i metodi che usiamo per diffondere il nostro credo, mi perdoni ma non riesco a vedere dove sta l’errore.

    Usiamo i mezzi che la società odierna mette a disposizione e che ogni gruppo sociale e religioso usa: internet, pubblicazioni, passaparola. Abbiamo fatto uno sforzo immane per donare a oltre 4000 biblioteche pubbliche italiane i 18 libri di base scritti da L. Ron Hubbard, cosicché le persone possano scoprire da se stesse cosa sia Scientology, senza essere costrette ad entrare in una Chiesa di Scientology.

    Le nostre chiese (12 in Italia) sono aperte dalle 10 alle 22, sette giorni su sette, e chiunque può fare un visita.

    Cosa c’è di sbagliato in questo?

    Il fatto che ci siano celebrità in Scientology è normale, come è normale che ce ne siano altre che hanno abbracciato altri credi. Il fatto che alcune di esse parlino del loro credo relgioso è una loro scelta autodeterminata.

    Mi perdoni se mi sono dilungato. Sto solo cercando di non subire ancora una volta un giudizio basato, credo, su dei “sentito dire” o, peggio, dei gossip.

    Ringaziandola ancora, le porgo i miei più cordiali saluti.

  4. Luigi Brambani says:

    Gentile Signora,

    innazitutto grazie per l’ospitalità.

    La ringrazio per la sua espressa volontà di contro-verificare future notizie relative alla Chiesa di Scientology.

    Per quanto riguarda i probemi legali, voglio rendere noto che in Italia Scientology non ha problemi legali di sorta e,anzi, vi è un consolidato orientamento giurisprudenziale che riconosce la natura religiosa di Scientology e la piena legalità delle attività delle sue associazioni.

    La circostanza che qualcuno abbia “problemi legali” non fa di esso un pregiudicato. La costituzione riconosce l’innocenza di un imputato fino al giudizio definitivo.

    Quindi, perché usare questo criterio per valutare la corretteza di qualcuno?

    Se dovessimo giudicare il Cristianesimo dai problemi che i primi cristiani ebbero con il potere politico e religioso del tempo, dovremmo concludere che erano davvero molto pericolosi. Erano accusati di estorcere denaro alla gente, di dividere le famiglie, di celebrare riti strani, di esser dei senza Dio (perché non tributavano il dovuto rispetto all’imperatore romano), di mangiare i bambini e perfino di causare cataclismi.

    Scientology è relativamente nuova e il nuovo spaventa sempre coloro che ravvedono in esso una minaccia ai loro interessi cositutiti.

    Noi crediamo che l’essere umano sia uno spirito immortale, che la sua esistenza si estenda ben oltre l’arco di una vita e che le sue capacità siano molte, sebbene non realizzate al momento attuale.

    Crediamo che l’essere umano sia fondamentalmente buono e che quando commette crudeltà lo fa a causa di ignoranza e personale aberrazione.

    Crediamo anche che ci sia speranza e che è possibile salvarsi, non per l’intervento di una qualche divinità, ma tramite un preciso percorso di illuminazione che richiede impegno ed onestà.

    C’è qualcosa di strano in questo?

    Per quanto riguarda i metodi che usiamo per diffondere il nostro credo, mi perdoni ma non riesco a vedere dove stia l’errore.

    Usiamo i mezzi che la società odierna mette a disposizione e che ogni gruppo sociale e religioso usa: internet, pubblicazioni, passaparola. Abbiamo fatto uno sforzo immane per donare a oltre 4000 biblioteche pubbliche italiane i 18 libri di base scritti da L. Ron Hubbard, cosicché le persone possano scoprire da se stesse cosa sia Scientology, senza essere costrette ad entrare in una Chiesa di Scientology.

    Le nostre chiese (12 in Italia) sono aperte dalle 10 alle 22, sette giorni su sette, e chiunque può fare un visita.

    Dove sta l’errore?

    Il fatto che ci siano celebrità in Scientology è normale, come è normale che ce ne siano altre che hanno abbracciato altri credi. Il fatto che alcune di esse parlino del loro credo religioso è una loro scelta autodeterminata.

    Mi perdoni se mi sono dilungato, sto solo cercando di non subire ancora una volta un giudizio basato, credo, su dei “sentito dire” o, peggio, dei gossip.

    Ringaziandola ancora, le porgo i miei più cordiali saluti.

  5. Luigi Brambani says:

    Gentile Signora,

    innazitutto grazie per l’ospitalità.

    La ringrazio per la sua espressa volontà di contro-verificare future notizie relative alla Chiesa di Scientology.

    Per quanto riguarda i problemi legali, voglio rendere noto che in Italia Scientology non ha problemi legali e,anzi, vi è un consolidato orientamento giurisprudenziale che riconosce la natura religiosa di Scientology e la piena legalità delle attività delle sue associazioni.

    La circostanza che qualcuno abbia “problemi legali” non fa di esso un pregiudicato. La costituzione riconosce l’innocenza di un imputato fino al giudizio definitivo.

    Quindi, perché usare questo criterio per valutare il buon nome di qualcuno?

    Se dovessimo giudicare il Cristianesimo dai problemi che i primi cristiani ebbero con il potere politico e religioso del tempo, dovremmo concludere che erano davvero molto pericolosi. Erano accusati di estorcere denaro alla gente, di dividere le famiglie, di celebrare riti strani, di esser dei senza Dio (perché non tributavano il dovuto rispetto all’imperatore romano), di mangiare i bambini e perfino di causare cataclismi.

    Scientology è relativamente nuova e il nuovo spaventa sempre coloro che ravvedono in esso una minaccia ai loro interessi costituiti, e alcune volte essi attaccano.

    Noi crediamo che l’essere umano sia uno spirito immortale, che la sua esistenza si estenda ben oltre l’arco di una vita e che le sue capacità siano molte, sebbene non realizzate al momento attuale.

    Crediamo che l’essere umano sia fondamentalmente buono e che quando commette crudeltà lo fa a causa di ignoranza e personale aberrazione.

    Crediamo anche che ci sia speranza e che è possibile salvarsi, non per l’intervento di una qualche divinità, ma tramite un preciso percorso di illuminazione che richiede impegno ed onestà.

    C’è qualcosa di strano in questo?

    Per quanto riguarda i metodi che usiamo per diffondere il nostro credo, mi perdoni ma non riesco a vedere dove stia l’errore.

    Usiamo i mezzi che la società odierna mette a disposizione e che ogni gruppo sociale e religioso usa: internet, pubblicazioni, passaparola. Abbiamo fatto uno sforzo immane per donare a oltre 4000 biblioteche pubbliche italiane i 18 libri di base scritti da L. Ron Hubbard, cosicché le persone possano scoprire da se stesse cosa sia Scientology, senza essere costrette ad entrare in una Chiesa di Scientology.

    Le nostre chiese (12 in Italia) sono aperte dalle 10 alle 22, sette giorni su sette, e chiunque può fare un visita.

    Dove sta l’errore?

    Il fatto che ci siano celebrità in Scientology è normale, come è normale che ce ne siano altre che hanno abbracciato altre fedi. Il fatto che alcune di esse parlino del loro credo religioso è una loro scelta autodeterminata. Ce ne sono latre che invece hanno deciso di non farlo.

    Mi perdoni se mi sono dilungato, sto solo cercando di non subire ancora una volta un giudizio basato, credo, su dei “sentito dire” o, peggio, dei gossip.

    Ringaziandola ancora, le porgo i miei più cordiali saluti.

  6. sally says:

    @Luigi Brambani
    Per quanto riguarda i problemi legali di Scientology, tra truffe e derivati, credo non siano elementi positivi per il curriculum di una religione-dottrina (qual è il modo giusto per definire Scientology?), soprattutto se appena nata e in cerca di credibilità per rassicurare gli adepti. Soprattutto se il primo ad incorrere in problemi legali è il suo fondatore.
    Non parliamo poi della legge italiana, sappiamo benissimo quanti sono i personaggi che meriterebbero la prigione e invece sono a capo del Paese, non mi stupirei se altrettanto succedesse all’interno di Scientology, così come all’interno del Vaticano.

    Mi sono riproposta di leggere i libri di L. Ron Hubbard, ma pur conoscendone vagamente le argomentazioni, devo dire, senza offesa, che mi sono messa più volte a ridere. A questo punto anche Tolkien potrebbe essere spunto per una nuova religione.
    E sì, anche il Cristianesimo ha le sue pecche, così come ogni religione, difatti non ne seguo nessuna. Non mi piacciono le sette (le religioni più diffuse sono delle sette molto accresciute, diciamo), non mi piace il pensiero che viene inculcato sotto diverse forme.

    Tra i mezzi che la società moderna vi ha dato a disposizione c’era anche il plagio? Leggo che Scientology è la religione più costosa della terra, faccia un pò di chiarezza sull’auditing, perché forse mi sono documentata male.
    L’errore non è credere che l’uomo sia buono e che ci sia speranza di salvezza, è quello che l’uomo vuole credere e sperare da sempre e nonostante ciò possono anche esistere persone che la pensano diversamente.
    L’errore sta nel truffare individui psicologicamente facilmente manipolabili, magari con a disposizione notevoli risorse economiche, che si affidano alla chiesa di Scientology ed ai corsi per raggiungere i livelli più alti di “purezza”, per poi ritrovarsi con un pugno di mosche in mano.
    Ma, ripeto, ognuno è libero di scegliere e professare quel che vuole, io esprimo il mio scettico parere.

  7. Pier Paolo says:

    Per informazioni più dettagliate su cosa sia Scientology vi invito a leggere il sito degli scientologist indipendenti (i quali “teorizzerebbero” che i problemi di questa setta deriverebbero unicamente dal comportamento desposta del suo attuale leader David Miscavige) http://indipendologo.wordpress.com . Io garantisco invece, essendone stato adepto per quasi 20 anni, che la “bufala” è D.O.C. di suo al 100%ed ha avuto INVECE origine nel 1950, quando un certo L.Ron Hubbard per tirare a campare alla belle meglio scrisse un libro (Dianetics) che purtroppo segnò l’inizio di quella megatruffa che in seguito, per evitare problemi legali e sopratutto “concedersi” l’esenzione fiscale, diventò la “religione” Scientology!!
    All’ottimista Sig. Brambani che afferma che “Scientology in Italia non ha problemi legali” le consiglierei di attendere almeno l’esito del processo (che inizia il 27 settembre 2010 e di cui sicuramente sarà al corrente) intentato dalla setta contro la sua ex aderente italiana più famosa, Mariapia Gardini, che in Scientology ha donato (le definiscono “donazioni”!!!) SOLO 1.840.000 dollari!!!
    In seguito magari ne riparleremo!!!

  8. Claudio Felini says:

    Pier Paolo,
    non vedi che quanto hai scritto non depone a tuo favore?
    Intendo dire ch se hai impiegato 20 anni per capire che Scientolgy non va bene, vuol dire che non sei una proprio una cima neanche tu, eh?
    Con tutto il respetto, naturalmente.
    L’assurdo l’hai raggiunto con l’ultimo paragrafo: tenti di screditare Scientology dicendo che non è vero che ha problemi legali in Italia e per sostenere il tuo pensiero porti come unica prova il fatto che ha denunciato Maria Pia Gardini…
    Dai Pier Paolo, mettici un pò più d’impegno (leggasi Q.I.) la prossima volta!

  9. Luigi Brambani says:

    Gentile Signora,
    rispondo alle sue domande e perplessità.

    In primo luogo sappia che gli scienologist in Italia sono diverse migliaia. Sono persone di ogni età, ceto sociale e professione e perfettamente capaci di autodeterminarsi.
    Se non ci crede la invito a parlare con loro e poi ne riparliamo.

    Per quanto riguarda il plagio la invito invece a leggere il libro “Il Lavaggio del cervello: realtà o mito?” (Editrice Elledici, 2002) scritto dal Prof. Massimo Introvigne, sociologo di fama internazioale e direttore del CESNUR (www.cesnur.org).
    Non so se sa che il plagio, in quanto reato, è stato depennato dal Codice Penale nel 1980. Il reato di plagio, inteso come tentativo di coartare la volontà altrui, era stato inserito nel Codice Penale in pieno regime fascista (1933, Codice Rocco) ed aveva lo scopo di perseguire i nemici del regime accusandoli di un reato che nessuno era in grado di determinare oggettivamente, ecco perché è stato cancellato dall’attuale Codice Penale.
    Ogni tanto c’è qualche nostalgico, non più in camicia nera ma con l’anima nera, che, nel tentativo di limitare la libertà altrui, inventa qualche pretesto per reintrodurlo sotto mentite spoglie: non più “reato di plagio” ma “reato di manipolazione mentale” o “reato contro l’integrità psichica”, dimenticando che anche i nazisti aveva inventato un reato simile per colpire gli ebrei.

    Qualcuno ha detto che la libertà non è qualcosa che una volta ottenuta la si ha per sempre; bisogna rimanere vigili e combattere ogni giorno per mantenerla.
    Si ricordi di questo.

    Per sapere cos’è l’auditing la invito a procurarsi uno dei libri di Hubbard in una qualche biblioteca pubblica e leggerlo, oppure consulti il sito http://www.scientology.it.

    Codiali saluti.

    • sally says:

      Anche la truffa è vietata dalla legge, anche lo spaccio, anche l’omicidio. Non che il plagio sia grave come l’omicidio (o sì?), ma il fatto che sia considerato un reato non esclude che possa essere comunque attuato.
      Per quel che mi riguarda, l’operato di Scientology è plagio. Devo accettare la sua risposta pur non condividendola. L’essere umano talvolta ha una psiche debole ed è disposto ad aggrapparsi a qualsiasi tipo di speranza pur di assicurarsi la salvezza che gli viene promessa e c’è sempre qualcuno pronto ad approfittare delle debolezze altrui. Altrimenti non ci sarebbero tanti falsi maghi e santoni ad arricchirsi in giro per il mondo.
      Ripeto, Hubbard è davvero poco credibile, principalmente per i suoi reati; secondariamente perchè come già detto, avremmo potuto fondare una religione basata sui libri di Tolkien, oppure chiederemo a James Cameron di dettagliare le credenze del popolo Na’vi per fare la concorrenza a Scientolgy.
      Perchè sono necessari i soldi per tenere in vita una religione? Non basta la parola? Non è sufficiente credere? Evidentemente no, lo insegna la Chiesa, lo insegnano le ricchezze del Vaticano, non è sufficiente avere fede. Per cui, qualsiasi religione chieda soldi in cambio di purezza, per me non è religione. E’ plagio, è truffa, è reato, anche se non è stabilito dalla legge.

  10. Luigi Brambani says:

    Gentile Signora,
    non posso far altro che lasciarla nelle sue convinzioni,
    aggiungendo che le fonti che lei usa per avere informazioni su L. Ron Hubbard sono menzoniere ma so che non mi crederà.

    Rispondo all’unica domanda che pone: perché sono necessari i soldi per tenere in vita una religione?
    Rispondo per quanto riguarda Scientology.
    Le Chiese di Scientology sono aperte dalle 10 alle 22, per 365 giorni all’anno.
    Ciò è dovuto alla specificità delle pratiche principali di Scientology: la consulenza spirituale (auditing) e lo studio delle scritture di Scientology. Tali attività hanno dei costi poiché richiedono ambienti adeguati, corrente elettrica, gas, acqua, mobili, telefono, manutenzione degli edifici, oltre a collaboratori adeguatamente formati nella religione.
    Questo è quanto.
    Cordiali saluti.

  11. Pier Paolo says:

    Egregio Felini….il suo cognome non mi è nuovo…per caso era un collega del Rag. Ugo Fantozzi? Il mio Q.I. è salito alle stelle grazie a Scientology…..ma anche il suo mi pare non sia malaccio…vedrà come schizzerà in alto quando anche lei scoprirà il segreto delle vongole! Sshh ….mi raccomando….che non lo sappiano però gli psichiatri altrimenti vi fregano le vostre incredibili scoperte!!

  12. Claudio Felini says:

    Pier Paolo,
    il tuo sarcasmo, un’altra volta, non depone a tuo favore.
    C’è una frase che scrisse Tacito e che merita una riflessione da parte tua:
    “E’ proprio nella natura umana odiare colui che hai offeso.”
    Medita Gian Paolo, medita.

  13. Pier Paolo says:

    Claudio Felini :Pier Paolo,il tuo sarcasmo, un’altra volta, non depone a tuo favore.C’è una frase che scrisse Tacito e che merita una riflessione da parte tua:“E’ proprio nella natura umana odiare colui che hai offeso.”Medita Gian Paolo, medita.

    Felini ma io non la odio….perchè mai dovrei odiarla? Trovo invece molto divertente interagire con dei simpaticoni come voi….se non ci foste bisognerebbe inventarvi (se non altro per capire come ci si può ridurre seguendo determinate “religioni”)!!

  14. Claudio Felini says:

    Pier Paolo,
    quando scrivi su spazi pubblici dovresti conservare una certa coerenza. Anche l’ultimo degli idioti è in grado di capire che menti qundo dici che non ci odi. Sai usare solo sarcasmo e offese, magari pensando anche di essere spiritoso o superiore. Ciò la dice lunga sulla tua vera forma mentis.
    Comunque, contento tu, contenti tutti.

  15. Pier Paolo says:

    Claudio Felini :Pier Paolo,quando scrivi su spazi pubblici dovresti conservare una certa coerenza. Anche l’ultimo degli idioti è in grado di capire che menti qundo dici che non ci odi. Sai usare solo sarcasmo e offese, magari pensando anche di essere spiritoso o superiore. Ciò la dice lunga sulla tua vera forma mentis.Comunque, contento tu, contenti tutti.

    Ma dove sono finiti i “duri e puri” scientologists dei bei vecchi tempi?? Ora non riescono nemmeno a reggere due post senza scadere subito nel vittimismo!! Bah!!
    E’ inutile ricordare ciò che tu mi hai risposto nel tuo PRIMO post, a proposito di “sarcasmo”!!!!
    Avresti potuto smentirmi con dati di fatto oggettivi (ed è quì dove avete sempre problemi!!) senza cercare subito lo scontro per poi lamentarti se ti rispondo a tono! Capisco che è una tattica, ma almeno cerca di farla durare un po’ di più così la mascheri meglio!

  16. Claudio Felini says:

    Pier Paolo,
    in questo ultimo post hai avuto un cambio di stile e tono che apprezzo.
    Per risponderti: i dati di fatto li ha scritti Luigi Brambani ma non credo che siano di tuo gradimento.
    Ciao.

  17. Pier Paolo says:

    Claudio Felini :Pier Paolo,in questo ultimo post hai avuto un cambio di stile e tono che apprezzo.Per risponderti: i dati di fatto li ha scritti Luigi Brambani ma non credo che siano di tuo gradimento.Ciao.

    I dati di fatto dimostrano l’esatto contrario (come spesso accade quando si ha a che fare con la vostra setta) di ciò che scrive Luigi Brambani, a prescindere dal fatto che siano o meno di mio gradimento!
    L’affermazione fatta da Brambani “La circostanza che qualcuno abbia “problemi legali” non fa di esso un pregiudicato. La costituzione riconosce l’innocenza di un imputato fino al giudizio definitivo.” è certamente corretta nella sua accezione generale ma totalmente fuorviante per quanto riguarda Scientology, in quanto questa organizzazione è stata recentemente condannata per truffa in Francia, vedi link Anche in Italia ci stiamo dando da fare per dimostrare (con diverse denunce già presentate) che la natura di questa pseudoreligione è totalmente truffaldina e potenzialmente pericolosa sia per la salute mentale del singolo individuo che per la salvaguardia della collettività! E questi mi auguro saranno, spero a breve, ulteriori dati di fatto oggettivi!

  18. Pier Paolo says:

    Pier Paolo :

    Claudio Felini :Pier Paolo,in questo ultimo post hai avuto un cambio di stile e tono che apprezzo.Per risponderti: i dati di fatto li ha scritti Luigi Brambani ma non credo che siano di tuo gradimento.Ciao.

    I dati di fatto dimostrano l’esatto contrario (come spesso accade quando si ha a che fare con la vostra setta) di ciò che scrive Luigi Brambani, a prescindere dal fatto che siano o meno di mio gradimento!L’affermazione fatta da Brambani “La circostanza che qualcuno abbia “problemi legali” non fa di esso un pregiudicato. La costituzione riconosce l’innocenza di un imputato fino al giudizio definitivo.” è certamente corretta nella sua accezione generale ma totalmente fuorviante per quanto riguarda Scientology, in quanto questa organizzazione è stata recentemente condannata per truffa in Francia, vedi link Anche in Italia ci stiamo dando da fare per dimostrare (con diverse denunce già presentate) che la natura di questa pseudoreligione è totalmente truffaldina e potenzialmente pericolosa sia per la salute mentale del singolo individuo che per la salvaguardia della collettività! E questi mi auguro saranno, spero a breve, ulteriori dati di fatto oggettivi!

    Scusate il link corretto è http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200910articoli/48762girata.asp

  19. Pier Paolo says:

    Giusto per fornire ulteriori dati di fatto “oggettivi” vi invito a leggere il thread “Time Track – n°1” tratto dal blog http://indipendologo.wordpress.com/ questo per rendere ancora più chiaro, qualora ce ne fosse bisogno, perchè Scientology rappresenta effettivamente, senza esagerazioni, un pericolo per la nostra società!!!!! Mi domando incredulo come sia possibile che ad un’organizzazione (abilmente camuffata da religione) con finalità così palesamente sovversive sia dato modo di esistere…..da far accaponare la pelle…..AGHIACCIANTE!!

  20. Pier Paolo says:

    Approfondimenti anche su

  21. Claudio Felini says:

    Pier Paolo,
    che patetico e anche noioso. In quel sito ci sono cose risolte 20/30 anni fa. Il resto è falso come Giuda.

    Tu e i tuoi amici sapete bene come stanno le cose ma, spinti dal vostro istinto distruttivo, non sapete fare altro che cercare di fermare e distruggere.
    Puoi urlare finché vuoi (proprio perché sai che Sientology si espande e tu non lo puoi tollerare), puoi inventare menzogne, come stai facendo, ma tutto il tuo, e vostro, becero, rozzo chiasso, non può sortire nulla. Le battaglie che contano le abbiamo vinte tutte e continueremo a vincere. Tu lo sai.
    Vinceremo anche in Francia, come abbiamo vinto in Italia, in Spagna (Cagliari ti brucia, eh?).

    Ora, scusa, ho altro da fare di più utile e importante che continuare a parlare con uno che racconta frottole ridicole.

  22. Pier Paolo says:

    Claudio Felini :<

    Ora, scusa, ho altro da fare di più utile e importante che continuare a parlare con uno che racconta frottole ridicole.

    Fa pure…ti capisco povera anima candida….. devi “chiarire” il pianeta dai cattivoni come me!

  23. Pier Paolo says:

    Pier Paolo :

    Claudio Felini :Vinceremo anche in Francia, come abbiamo vinto in Italia, in Spagna (Cagliari ti brucia, eh?).P>

    Ops!!! http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=141137

    E’ sì devi essere proprio il collega del Rag. Fantozzi….anche te come lui quando vi augurate qualcosa succede esattamente il contrario!!! Fossi in quelli di Scientology vi vieterei di parlare!!! Si fa per scherzare è Felini!!! Buona giornata va là!!!

  24. Roberto says:

    Parafrasando il mitico Graucho Marx “non aderirei mai a una religione che accetta me stesso come adepto”… scherzi a parte, penso che la via per il miglioramento sia personale, nessuno può aiutarti se non te stesso (e personalmente io mi aiuto gratis), le religioni sono fatte da esseri umani e per tanto fallibili… ma se qualcuno non è in grado di migliorarsi da solo e ha bisogno dei consigli di determinate persone per farlo (sarebbe meglio ascoltare il mondo e poi filtrare tutto. piuttosto che ascoltare solo un ristretto gruppo di persone) beh auguri per il suo viaggio…

  25. Michele says:

    Ragazzi com’è finita la cosa di Xenu? Ha cambiato razzo spaziale o se ne va sempre in giro con un dc-8?

  26. Pier Paolo says:

    Ma a giudicare dal continuo fuggi fuggi degli “sponsor” (è proprio di oggi la notizia che Paul Haggins, EX scientologyst vip, scriverà un libro bello tosto sull’argomento!!) penso che a Xenu comincino a scarseggiare i fondi….visto mai che gli toccherà andare in giro in Lambretta???

Commenta il post

Back to Top ↑