7 Days in Havan..." /> 7 days in Havana: il trailer internazionale | CineZapping





News

Published on aprile 20th, 2012 | by Elide Messineo

0

7 days in Havana: il trailer internazionale

Raccontare Cuba in sette episodi, con sette registi: è questo l’intento di “7 Days in Havana“, film che sarà presentato al prossimo Festival del Cinema di Cannes nella sezione Un certain regard. Alla regia Laurent Cantet, Benicio Del Toro, Julio Medem, Gaspar Noé, Elia Suleiman, Juan Carlos Tabío, Pablo Trapero.

Interessante il progetto ed altrettanto interessante il cast, che comprende il regista Emir Kusturica, ma anche Daniel Brühl, Josh Hutcherson ed Elia Suleiman. I sette episodi si svolgono in sette frammenti di giornate diverse, ecco i titoli e corrispettivi registi:

Benicio Del Toro | © Taylor Hill / Getty Images

“El Yuma” (Monday, Benicio Del Toro)
“Jam Session” (Tuesday, Pablo Trapero)
“La tentadión de Cecilia” (Wednesday, Julio Médem)
“Diary of a Beginner” (Thursday, Elia Suleiman])
“Ritual” (Friday, Gaspar Noé)
“Dulce amargo” (Saturday, Juan Carlos Tabío)
“La fuente” (Sunday, Laurent Cantet)

Il film è stato girato proprio un anno fa, visto che abbiamo pochissime informazioni in merito, diamo un’occhiata ai registi di ogni singolo episodio. Il più conosciuto di tutti è sicuramente Benicio Del Toro, in realtà più noto come attore: la sua carriera cinematografica ha avuto inizio nel 1988 con “Big top Pee-wee”, lo abbiamo visto con Johnny Depp in “Paura e delirio a Las Vegas” e con Brad Pitt in “The Snatch”, ha preso parte anche a “Sin City” e il commovente “21 grammi”, Oliver Stone lo ha voluto per il suo “Savages“.

Pablo Trapero è un regista argentino, classe 1971 è conosciuto principalmente per “Mondo Grua” del 1999, che ha fatto il giro di alcuni dei principali Festival internazionali. Conosciuto perché affronta spesso argomenti spinosi come l’incesto (Gèminis), è famoso anche per “Carancho”, film del 2010, un poliziesco che ha partecipato alla sezione Un certain regard a Cannes.

Julio Medem invece è spagnolo, il pubblico sicuramente lo conosce per il suo primo lungometraggio in lingua inglese, “Room in Rome”, uscito nel 2010 con Elena Anaya, Natasha Yarovenko, Enrico Lo Verso. La squadra di registi è decisamente internazionale, Elia Suleiman è palestinese. Attore e regista, ha ottenuto notorietà nel 2002 per “Intervento divino”, che si aggiudicò il premio della Giuria a Cannes. Più di recente lo abbiamo visto con “Il tempo che ci rimane”, che ha partecipato a Cannes, senza però vincere alcun premio ma ottenendo riscontri positivi.

Torniamo in Argentina con Gaspar Noè: nella sua carriera ha realizzato solo tre lungometraggi, dal 1985 al 2006 invece si è dedicato ai cortometraggi. Il più conosciuto, che ha attirato l’attenzione del pubblico, è sicuramente “Enter the void“, presentato a Venezia. Juan Carlos Tabìo è davvero cubano, nel 1994 si è fatto notare a Berlino per il suo “Strawberry and chocolate”, mentre Laurent Cantet è francese e si è aggiudicato una Palma d’oro a Cannes per il suo “Entre les murs”. In attesa di vedere se “7 days in Havana” avrà successo, vi mostriamo il trailer internazionale in anteprima, la release è fissata per l’8 giugno.

Tags: ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi