Game of thrones", il serial fantasy tratto da "

Game of thrones: si conclude la terza stagione | CineZapping





Curiosità

Published on giugno 10th, 2013 | by Andrea Lupia

0

Game of thrones: si conclude la terza stagione

Si conclude la terza stagione di “Game of thrones“, il serial fantasy tratto da “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. Martin.

Fra lacrime e colpi di scena accolti come veri e propri colpi bassi da parte dell’audience, in particolare il penultimo episodio “Nozze rosse“, che ha visto la morte di alcuni fra i personaggi più amati della serie, la stagione che dei romanzi ha coperto metà del terzo volume (“Tempesta di spade“) nonostante le critiche dei fan più accaniti, non ha deluso le aspettative di nessuno. I personaggi più amati, primo fra tutti Tyrion Lannister (uno strepitoso Peter Dinklage) hanno ancora fatto breccia nei cuori degli appassionati, il cui numero continua a crescere di episodio in episodio. Il serial infatti, ha saputo conquistarsi una difficile fetta del più che saturo mercato dei telefilm, che negli ultimi dieci anni è cresciuto di circa il 400% (cifra inventata col solo scopo di dire “tantissimo”), per di più ritagliandosi un posticino speciale nella cultura popolare assieme a vere e proprie istituzioni come “Doctor Who” e “Battlestar galactica“.

Il cast principale di "Game of thrones"

Il cast principale di “Game of thrones”

Nell’ultima puntata andata in onda il 9 giugno i nodi vengono al pettine, ma non del tutto. Saggiamente infatti, l’episodio è stato sceneggiato per fungere da cerniera fra la terza e la quarta stagione, che come accennavamo coprono l’arco narrativo del terzo volume di Martin. Dopo le morti eccellenti (Robb Stark, sua moglie Talisa e Lady Catelyn) di cui si è discusso lungamente e con proteste molto sentite sui vari social network, la stagione si conclude con ancora più intrighi da parte dei Lannister, che forse finiranno per ritorcerglisi contro, con la casata degli Stark ormai pare irrimediabilmente in rovina e soprattutto con i dubbi di Daenerys che dovrà accettare il proprio ruolo. Ma quale sarà? Di liberatrice o di conquistatrice?

La serie ha ormai infranto tutti i record possibili ed immaginabili ed ha non solo conquistato schiere immense di ammiratori, ma è anche riuscita a scatenare vive proteste (fortunatamente accolte come i deliri che effettivamente erano) in quanto serie “satanica e traviatrice dei giovani”. Lasciando da parte le farneticazioni di personaggi sempre pronti a scagliarsi contro qualunque cosa, specie se con sembianze femminili, va comunque dato atto alla serie di aver creato un vero e proprio caso, diventando la serie di maggior successo degli ultimi dieci anni. Era dall’epoca di “The X-Files” che non si vedeva una tale religiosa immedesimazione nei personaggi e nelle storie raccontati. Cosa possiamo aspettarci quindi dalla quarta serie? Beh, restate sintonizzati perché vi faremo sapere quanto prima gli sviluppi.

Tags: , ,


About the Author

Scrittore, disegnatore, attore e poeta lo-fi.



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑