Le avventure di TinTin - Il segreto de..." /> Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno: intervista a Jamie Bell | CineZapping





Interviste

Published on novembre 6th, 2011 | by Elide Messineo

0

Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno: intervista a Jamie Bell

Lo scorso 28 ottobre è arrivato nelle sale italiane “Le avventure di TinTin – Il segreto dell’unicorno“, ultima fatica sfornata da Steven Spielberg e realizzata in performaance capture: le azioni dei personaggi del film sono riprodotte attraverso degli attori veri, che corrispondono ai nomi di Andy Serkis, Daniel Craig, Simon Pegg, Nick Frost, Tobey Jones e, last but not least, Jamie Bell, protagonista indiscusso.

Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno

Proprio quest’ultimo ha impersonato l’eroe dei fumetti di Hergé, TinTin, nato nel lontano 1929. Il reporter alla ricerca di nuove avventure è arrivato nelle sale in 3D, riscuotendo enorme successo e consensi dalla critica. E proprio Jamie Bell è stato il volto che ha presentato il film al Festival Internazionale del Film di Roma, qualche giorno fa.

LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE DE LE AVVENTURE DI TINTIN – IL SEGRETO DELL’UNICORNO

Diamo un’occhiata alle dichiarazioni che ha rilasciato in conferenza stampa e alla sua video intervista. Jamie Bell, giovane promessa del cinema, ha spiegato che sensazione si prova a girare un film in performance capture:

Non ci sono set, luci, cose a cui siamo abituati, l’ambiente può sembrare diverso, però l’elemento fondante è la prestazione dell’attore, per questo si parla di performance motion capture, gli attori sono al centro di questo meccanismo. Non è frustrante, perché agli attori è consentito interpretare ruoli che altrimenti non potrebbero mai vestire. Si tratta di uno spazio libero, ed è anche molto divertente, perché si può usare la fantasia ed essere creativi. Bisogna usare la fantasia per immaginare come sarebbe interagire con un ambiente reale. Per Tintin, l’85% è stato realizzato con l’animazione e il 15% con la recitazione.

Jamie Bell è un fan di Steven Spielberg ed ha avuto la fortuna e il privilegio di poter lavorare insieme a lui per uno dei film più apprezzati di questa stagione:

Sono un grandissimo fan di Steven Spielberg dall’età di otto anni, come quasi tutti da piccoli. Il primo film che ho visto al cinema è stato Jurassic Park, mi ha terrorizzato, sono uscito dal cinema chiedendomi cosa fosse il cinema. Quell’esperienza mi ha cambiato la vita, ed ero convinto che Spielberg fosse una specie di mago che vive in un altro mondo, un po’ come Michael Jackson. Lui capisce gli attori e riesce a toccare il nostro senso della nostalgia e a risvegliare il bambino che è in noi. Per lui è la prima volta con un progetto del genere, di solito gli piace lavorare in altre condizioni, quindi è stato un film completamente diverso, e lavorare con Spielberg è un onore. All’epoca di Jurassic Park la grafica era una totale novità. Lui adora gli attori, ne ammira le tecniche. Trovo che la capigliatura di Tintin sia importante quanto il cappello di Indiana Jones. Dipenderà dal pubblico se ci saranno altri film su Tintin; a Peter Jackson piacerebbe molto perché lui era un fan di Tintin fin da piccolo.

Non solo fan di Spielberg, Jamie Bell ha trascorso la sua infanzia a leggere i fumetti di TinTin:

La cosa straordinaria è che di Tintin non sappiamo nulla (perché viva con un cane e non abbia amici né una ragazza). Per prepararmi a questo ruolo ho letto moltissimo su Hergé, a volte la narrazione si perde un po’ e ci sono domande che rimangono senza risposta, così possiamo immaginarci noi una sua realtà, e questo è l’aspetto più magico di Tintin. Con questo film siamo riusciti a trasmettere questa sensazione di libertà ai bambini di tutto il mondo. Nel film ci sono bellissimi rapporti di amicizia e valori molto importanti; Tintin è un personaggio da ammirare, senza essere un supereroe o avere poteri particolari. Lui è grande perché è se stesso, ed è un messaggio molto importante.

Vi lasciamo alla video intervista di Jamie Bell, buona visione!

Tags: , , , , , , , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi