News

Published on novembre 1st, 2017 | by Elide Messineo

0

Brett Ratner, anche il produttore e regista accusato di abusi sessuali

Le accuse a Hollywood sembrano non finire più, dopo il caso Weinstein niente sarà più come prima ed emergono nuove vittime e nuovi carnefici.

Nei giorni scorsi c’è stata la polemica attorno a Kevin Spacey e il prossimo è Brett Ratner. Il regista è produttore è accusato di abusi sessuali da più donne. In questo movimento esploso tra denunce e confessioni – arrivate anche a distanza di 30 anni – si sta facendo molta confusione e le informazioni arrivano sempre più distorte, con un’attenzione morbosa a dettagli che per lungo tempo sono passati inosservati.

Brett Ratner è uno dei produttori più in vista a Hollywood, ha diretto moltissimi videoclip e ha lavorato anche come regista. Sono suoi, per dirne un paio, “The Family Man” e “Tower Heist“. La modella Natasha Henstridge ha raccontato che quando aveva 19 anni è stata costretta da Ratner a un rapporto orale. Si trovava a casa del produttore a New York, stava guardando un film sul divano e si è addormentata. Quando si è svegliata si è resa conto che gli altri amici erano andati via ma Brett Ratner non l’ha lasciata andare, l’ha costretta prima ad avere un rapporto orale. La Henstridge si trovava a casa di Brett Ratner perché sarebbe dovuta comparire in un videoclip da lui diretto. La donna, come riporta il Los Angeles Times, ha detto che Ratner ha iniziato prima a toccarsi, bloccandole l’uscita dalla porta:

Mi ha forzata fisicamente. A un certo punto mi sono arresa e l’ho fatto.


Embed from Getty Images


L’avvocato di Brett Ratner ha già contestato le accuse. Il problema è che Natasha Henstridge non è l’unica donna ad accusare il produttore, sono 5 in totale. Ratner è solo l’ultimo in ordine cronologico di una lista che, oltre ad Harvey Weinstein, include Roman Polanski e James Toback. Nessuna delle donne che accusano Brett Ratner ha mai sporto denuncia, l’avvocato Martin Singer ha dichiarato:

Lavoro da vent’anni per il Sig. Ratner e mai nessuna donna ha mai denunciato un comportamento inopportuno, una molestia o un’aggressione sessuale. Inoltre nessuna donna ha mai richiesto un accordo economico con il mio cliente.

Tra le donne che accusano Brett Ratner c’è anche l’attrice Olivia Munn. Era il 2004 e lei, che era agli esordi della sua carriera, era andata sul set di “After the sunset” ed era passata dalla roulotte del regista per consegnargli un pasto. La Munn sostiene che Ratner iniziò a masturbarsi davanti a lei, l’attrice ha raccontato questa storia nel 2010 in una raccolta dei suoi ricordi, senza però fare il nome di Brett Ratner. Lui si riconobbe nel racconto e sostenne di avere avuto un rapporto completo con l’attrice, per poi dire che non era vero. Olivia Munn ha detto anche che durante un party Brett Ratner le disse, vantandosi, che eiaculava sulle riviste in cui c’erano le immagini dell’attrice. La Munn sostiene di aver parlato sia per supportare tutte le donne che per il fatto di non sopportare di essere accostata al produttore come una sua fiamma. Anche in questo caso Ratner rifiuta le accuse dell’attrice, il suo avvocato contesta quanto dichiarato dalla Munn.

Nel corso degli anni Brett Ratner è finito spesso al centro del gossip per le sue relazioni con donne famose. Da Mariah Carey a Paris Hilton, passando per Lindsay Lohan, è sempre stato considerato un vero playboy a Hollywood. L’attrice Tina Fey aveva fatto una battuta su di lui a un evento, una colazione di lusso, organizzato da Hollywood Reporter:

Brett Ratner è qui. In sua difesa, pensava che fosse una di quelle cose in cui puoi mangiare la colazione direttamente sul corpo di 100 donne.


Embed from Getty Images

Tags:


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑