Prima di avere il significato allarmista che oggi noi tutti conosciamo, il termin..." />

Game of Thrones: gli Estranei oltre la Barriera, l'indizio nella sigla





News

Published on agosto 24th, 2017 | by Alessandro Testa

Game of Thrones: gli Estranei oltre la Barriera, l’indizio nella sigla

Prima di avere il significato allarmista che oggi noi tutti conosciamo, il termine Spoiler secondo Henry Jenkins indicava perlopiù quel gruppo di appassionati che cercava di prevedere le uscite dei concorrenti da un reality show. Il programma in questione era Survivor, show televisivo che abbiamo avuto anche in Italia e che veniva trasmesso quando già le riprese erano terminate e i protagonisti tornati alle loro vite.

Gli Spoiler(s) di questo programma (un’Isola dei Famosi, ma senza vip) andavano a caccia di ogni tipo di informazione e cercavano di supporre chi fosse il vincitore incrociando i dati con gli altri utenti: differenze di peso tra il concorrente visto in tv e quello dal vivo, ad esempio, potevano indicare che questi era rimasto per più (o meno) tempo sull’isola.

Ancora oggi oltre ai moderni spoiler – intesi come quelli che hanno già visto le puntate e rovinano la sorpresa agli altri – persiste il genere di appassionati che va alla ricerca di qualsiasi dettaglio al fine di prevedere prima di altri come andrà avanti il loro show. Game of Thrones, naturalmente, non fa eccezione, e anzi è uno di quei tipi di show che incoraggia e stimola l’investigazione.

Il mondo del Trono di Spade, creato dal “Tolkien d’AmericaGeorge R.R. Martin, è molto complesso e nella trasposizione seriale di Benioff e Weiss gli elementi da osservare con attenzione sono tanti, così come gli indizi nascosti.

L’indizio nella sigla

Gli Spoiler di GOT si sono messi a lavoro e in questa stagione (SPOILER moderno: la settima, quindi non leggete se non siete in pari) sembrano aver trovato un dettaglio interessantissimo. L’indizio dov’era? Nella sigla, naturalmente, così lunga da passare quasi inosservata.

Come riportato da SkyAtlantic su Reddit gli utenti hanno studiato le immagini di presentazione e hanno scoperto come gli Estranei probabilmente supereranno la Barriera anche senza utilizzare il Drago. Questo il frame incriminato:

Come si nota, nella seconda inquadratura il lato della Barriera sembra totalmente ghiacciato. L’Isola di Skagos e la Barriera sono unite, lì dove prima scorreva l’acqua della Baia delle Foche. Se così fosse, l’armata di White Walkers che sta avanzando da tante stagioni (troppe, come accennavamo qui) avrebbe un passaggio comodissimo per i Sette Regni.

La discussione su Reddit ha avuto un successo straordinario e ha scatenato l’immaginazione degli utenti. Il dettaglio è visibile al minuto 1.13 nella sigla di apertura della settima stagione.

Gli utenti non si sono fermati a questo e alcuni di loro hanno ricollegato una frase detta dal Mastino che confermerebbe questa teoria. Nella puntata 7×01 Roccia del Drago Sandor Clegane ha una visione:

“Ghiaccio. Una parete di ghiaccio. La Barriera. È dove il muro incontra il mare. C’è un castello lì. C’è una montagna, sembra una freccia. I morti passano da lì. Migliaia di loro”.

Il Re della Notte ha già preso il drago Viserion, ma un passaggio così ampio renderebbe le cose ancora più semplici al suo esercito. Che siano gli Estranei a congelare l’oceano, o che sia frutto del rigido inverno, una cosa sembra certa: i White Walkers riusciranno a superare la Barriera.

Tags: , , , , , , , ,


About the Author

Scrittore per diletto, appassionato di libri, scrittura creativa, film e pallone. Polemico di natura, sognatore, pragmatico, incoerente. Astenersi perditempo.



Back to Top ↑