Burke & Hare - Ladri di cadaveri John Landis parla di Berlusconi: "mi fa molto ridere" (video) | CineZapping





Video

Published on febbraio 24th, 2011 | by Elide Messineo

0

John Landis parla di Berlusconi: “mi fa molto ridere” (video)

Questo fine settimana nelle nostre sale arriveà “Burke & Hare – Ladri di cadaveri“, ultima pellicola del regista John Landis, noto per “Animal House“, “The Blues Brothers” e “Una poltrona per due“, tra i tanti.

John Landis

Durante la conferenza stampa a Roma, il regista è stato stuzzicato sull’attuale situazione politica in Italia e non si è tirato indietro, parlando quindi di Silvio Berlusconi. Nei giorni scorsi sono emersi nuovi particolari da Wikileaks, dai quali abbiamo appreso che a livello internazionale il nostro premier viene considerato un “pagliaccio”. L’opinione di Landis non si discosta di molto, infatti:

Sono americano, non italiano, quindi non mi sento a mio agio a parlare dell’Italia del bunga bunga, ma Berlusconi mi fa molto ridere. Noi abbiamo avuto George W. Bush per otto anni, ed era il nostro buffone. Berlusconi è il vostro. E penso che il vostro premier rimanga in carica anche perché non ha opposizione. Berlusconi mi ricorda Hearst, il protagonista di “Quarto Potere”, che possiede tutto, pure i media. Quando è così, com’è possibile promuovere un film contro di lui? La cosa più forte che si può fare comunque è ridicolizzare, come ha fatto Chaplin con Hitler.

Il regista ha detto che non gli dispiacerebbe affatto girare un film su Berlusconi, perché potrebbe essere un progetto davvero divertente:

Sarebbe divertente, si potrebbero mettere tante persone.   Immagino una scena: arriva la telefonata di Gheddafi e Berlusconi, sottovoce: “dite che non sono in casa!’. In realta’, qualsiasi uomo politico o di potere potrebbe essere un ottimo soggetto per un film.

Magari il viaggio a Roma è stato un’ottima fonte di ispirazione per Landis e girerà davvero un film su Silvio Berlusconi. A quanto pare c’è già un progetto in ballo, ma in Italia sarebbe davvero difficile riuscire a produrre un’opera del genere, considerando che praticamente tutti i media sono in mano a Berlusconi. Saranno ancora una volta gli americani a salvarci?

Tags: , , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi