Curiosità Locandina di Harry Potter e i Doni della Morte

Published on luglio 21st, 2011 | by Marco Valerio

0

La Cina rinvia Harry Potter

Record di incassi in tutto il mondo. O quasi. Sì, perché “Harry Potter e i doni della morte – Parte 2” dovrà aspettare ancora qualche settimana per essere considerato un prodotto distribuito effettivamente worldwide. Il film è stato, infatti, ammesso tra i 20 film stranieri scelti annualmente dalle autorità cinesi per essere distribuiti nel Paese asiatico, ma dovrà aspettare fino al 4 agosto per debuttare nelle sale della Grande Nazione.

Locandina di Harry Potter e i Doni della Morte

Locandina di Harry Potter e i Doni della Morte

L’uscita posticipata dell’ultimo capitolo della saga di J. K. Rowling (542,2 milioni di dollari nel mondo; 187,2 milioni di dollari in Usa; 10,5 milioni di euro in Italia), come pure di un altro campione d’incassi, “Transformers 3”, rientrano nell’ambito di una distribuzione tecnica e non invasiva. Infatti la distribuzione posticipata di questi blockbuster, destinati a sfondare anche il box office cinese, non andrebbe a interferire con i risultati de “La grande rinascita, la fondazione di un Partito”, kolossal con oltre 150 star cinesi, costato 70 milioni di yuan (oltre 7 milioni di euro) e distribuito da China Film Group. Attualmente il film ha ottenuto, in tre settimane di programmazione, 400 milioni di yuan (43 milioni di euro); sfruttando anche l’assenza della concorrenza di blockbuster stranieri. Il kolossal, dedicato ai novant’anni del Partito Comunista Cinese, dovrebbe raggiungere il record al botteghino cinese con incassi stimati attorno a 800 milioni di yuan (circa 80 milioni di euro). Inoltre, per incrementare la vendita di biglietti de “La grande rinascita, la fondazione di un Partito”, un mese fa è stato tolto anticipatamente dalle sale cinesi “Kung Fu Panda 2”, sequel del fortunato film DreamWorks, che, nonostante le accuse di distorcere la cultura tradizionale del Paese asiatico, ha ottenuto un discreto successo al botteghino (il primo episodio, nel 2008, fu un successo da  180 milioni di yuan, quasi 26 milioni di dollari, 19,7 milioni di euro). Intanto, sul mercato nero cinese, stanno già circolando copie pirata in Dvd (a 10 yuan, poco più di un euro) del nuovo Harry Potter, così come di altri blockbuster stranieri quali “Cars 2” e “Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare”.

Tags: , , , , , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi