Video

Published on agosto 7th, 2013 | by sally

0

Monsters University: Dan Scanlon parla del film

Manca davvero poco ormai, Monsters University” sarà nelle sale italiane dal prossimo 21 agosto, oggi vi mostriamo due nuovi video dal film, tra cui un’intervista al regista Dan Scanlon e la produttrice Kori Rae.

Il nuovo film d’animazione della Pixar nasce come sequel di “Monsters & co.”, uscito nel 2001 e ci racconta come è nata l’amicizia tra i due protagonisti, Mike Wazowsky e James P. Sullivan.

I due amici si incontrano all’università, Mike sogna di diventare un mostro davvero spaventoso, ma Sullivan gli renderà le cose più difficili. Lentamente, però, tra loro nascerà un bel rapporto, lo stesso che abbiamo conosciuto in “Monsters & co.”, in cui vediamo da vicino il lavoro da spaventatore di Sullivan, del quale Mike è diventato assistente.

Monsters University

Monsters University

“Monsters & co.” fu un grande successo, nominato a quattro Oscar, si è aggiudicato quello per la miglior canzone per il brano “If I didn’t have you” di Randy Newman. Ma cavallo vincente non si cambia, anche in “Monsters University” ci sarà il compositore, che ha già dato vita alle musiche della trilogia di “Toy Story”, “Ti presento i miei” e rispettivo sequel e “A Bug’s life”, tra i tanti. Nella colonna sonora ci sono anche i dj Axwell e Sebastian Ingrosso, ex componenti degli Swedish House Mafia.

Il mondo di “Monsters University” ci porta in un classico campus universitario americano, però popolato da mostri: diviso in diverse facoltà, proprio come un campus vero e proprio è composto anche dalle confraternite. Ma non sveliamo altro, ormai il 21 agosto è sempre più vicino, siete pronti per la release? Per avere un altro assaggio dal film, ecco l’incontro di Mike con una delle confraternite e una featurette con protagonista il regista Dan Scanlon, che parla di “Monsters University” insieme alla produttrice Kori Rae. Buona visione!

Materiale RΩR

Prima di essere ammessi

Tags: , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑