Avatar" al Box Office USA ed ennesimo record.

Sesto weekend da record al Box Office USA per "Avatar" che supera "Il Cavaliere Oscuro" e si ferma ad un passo da "Titanic" | CineZapping





Box Office NuovoposterenuovospottvperAvatardiJamesCameron

Published on Gennaio 24th, 2010 | by Giuseppe Guerrasio

0

Sesto weekend da record al Box Office USA per “Avatar” che supera “Il Cavaliere Oscuro” e si ferma ad un passo da “Titanic”

Sesta settimana di presenza per “Avatar” al Box Office USA ed ennesimo record. James Cameron batte ancora una volta se stesso, infatti anche oggi supererà il precedente record di “Titanic“. A fine weekend “Avatar” incasserà circa trentasei milioni di dollari, superando così di circa 11 milioni il precedente record ($25.238.720).

Locandina di "Avatar"

Locandina di "Avatar"

Nel corso del weekend gli incassi hanno già permesso al film di James Cameron di superare al box office USA “Il Cavaliere Oscuro” che ha segnato a ruolino la cifra di $533.345.358, mentre al momento in cui scriviamo “Avatar” è ad un totale di 552.797.000 dollari. Quest0ultima cifra, seconda nella storia dei botteghini degli Stati Uniti avvicina James Cameron ad un altro suo record, quello detenuto sempre con “Titanic” nel totale storico con la cifra di $600.788.188. Record che sembra destinato a non arrivare alla fine della prossima settimana. Sempre tra i due film di James Cameron è la contesa per il primo posto come maggior incasso mondiale, infatti mentre “Titanic” detiene il titolo con la cifra di $1.842.879.955, “Avatar” insegue  segnando in questo momento a ruolino 1.836.143.000 dollari. Se non sarà stasera, il precedente record verrà battuto entro domani. La domanda da porsi a questo punto è a che cifra si fermerà “Avatar”? Intanto mentre il film letteralmente vola nelle sale cinematografiche, noi omaggiamo James Cameron con una scena di “Titanic” dal titolo “I’m Flying”.

Tags: , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑