News

Published on marzo 30th, 2011 | by Anna

0

“The Nymphomaniac”: la nuova sfida di Lars von Trier

Lars von Trier uno dei più innovatori, poliedrici e controversi registi presenti nel panorama del cinema europeo, fa tornare a parlare di sè per il suo  prossimo progetto intitolato “The Nymphomaniac”.

Lars von Trier

Regista, sceneggiatore e attore danese il cui vero nome è Lars Trier a cui lui in seguito decise di aggiungere il von per dargli un tocco di raffinatezza e per seguire l’esempio di molti artisti e molti registi da lui ammirati e amati che per nobilitare il proprio nome avevano aggiunto arbitrariamente un titolo nobiliare; egli sin da piccolo ha mostrato la propria passione per la cinematografia iniziando ad avvicinarsi al mondo cinematografico, iniziando da giovane a lavorare presso la Statens Filmcentral. Il suo primo riconoscimento a livello europeo arriva nel 1984 con “Forbrydelsens element” (ovvero “L’elemento del crimine”), che fa parte di un’ideale trilogia su uno stato mentale: Europa; un film che tra i vari riconoscimenti e premi vince anche quello per il miglior contributo tecnico al Festival di Cannes. Tra i tanti film che ha diretto Lars von Trier ricordiamo “Dancer in the Dark” e il più noto “Dogville” interpretato nel 2003 dalla diva hollywoodiana Nicole Kidman. Trier è una delle personalità più controverse, un regista odiato e amato che si è contraddistinto per la sua originalità, basti pensare ai vari manifesti che ha pubblicato nel corso degli anni, lui che per volontà dei genitori è cresciuto nella totale libertà senza l’imposizione di regole, da regista sembra in qualche modo sentire lo sfrenato bisogno di imporsi ed imporre di continuo regole. Il regista danese è atteso al prossimo Festival di Cannes dove dovrebbe presentare in concorso “Melancholia”, il suo ultimo film al cui centro c’è sempre la figura della donna, si tratta di un disaster movie la cui storia ruota intorno a due sorelle interpretate da Kirsten Dunst e Charlotte Gainsbourg, il tutto è incentratato sul modo di reagire delle due donne alla imminente fine del mondo a causa della pericolosa vicinanza di un enorme pianeta alla Terra con cui quest’ultima rischia di entrare in collisione. La figura femminile nella filmografia del regista danese ha sempre avuto un posto centrale anche se alcune volte per il trattamento che le ha riservato egli ha finito per attirare su di sè varie critiche, anche il suo prossimo film “The Nymphomaniac” dato il titolo dovrebbe essere incentrato sulla figura femminile, un film a sfondo erotico in cui Trier vuole indagare la scoperta della sessualità femminile seguendo le vicende di una donna alla scoperta dell’erotismo e della propria natura; un titolo preferito a “Dirt in bedsores” (ovvero “Sporco tra le piaghe da decubito”), altro titolo preso in considerazione dal regista ma poi scartato per far spazio al primo più schietto e malizioso e quindi più intrigante, allo scopo di attrarre maggiormente i finanziatori del progetto. In attesa che il progetto “The Nymphomaniac” prenda corpo del tutto,attendiamo di vedere Lars von Trier con “Melancholia” alla Croisette di Cannes  al Festival du Cinema, facendogli il nostro in bocca al lupo!

Tags: , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi