News

Published on dicembre 7th, 2011 | by Marco Valerio

0

Angelina Jolie protagonista di un thriller per Luc Besson

In attesa della release americana del suo debutto dietro la macchina da presa, Angelina Jolie sta organizzando il proprio futuro da attrice.

Alcune settimane fa si era parlato di un probabile ingaggio dell’attrice premio Oscar come protagonista di un biopic su Gertrude Bell diretto da Ridley Scott.

È di oggi, invece, la notizia che la Jolie è stata presa in considerazione per il ruolo da protagonista nel prossimo film di Luc Besson, sul quale non si conoscono ancora molti dettagli se non che segnerà finalmente un gradito ritorno del celebre autore francese alle atmosfere del thriller stilizzato, richiamando alla memoria i suoi film più noti come “Nikita” e “Leòn”. Il film, ancora senza titolo, sarà un thriller drammatico con una profonda attinenza a reali fatti scientifici.

Ricordiamo che Luc Besson è attualmente nelle sale americane con il film “The Lady”, che a fine ottobre è stato presentato come film d’apertura del Festival di Roma.

Angelina Jolie | © Jemal Countess/ Getty Images

“In the Land of Blood and Honey” è invece il film d’esordio della Jolie in qualità di regista e ancora prima di uscire nelle sale americane fa già parlare di sé per via delle accuse di plagio mosse nei confronti dell’attrice da un giornalista croato e dallo scrittore Josip J. Knezevic. I due accusano la Jolie di aver rubato del materiale narrativo per il suo film.

Non è questo il primo intralcio che “In the Land of Blood and Honey” deve affrontare. Angelina Jolie , infatti, ha presentato una richiesta d’autorizzazione per girare il film in Bosnia, ma il governo bosniaco l’ha respinta, formalmente a causa di una documentazione non corretta, anche se il Ministro della Cultura Gavrilo Grahovac ha espresso anche preoccupazioni in merito agli eventuali contenuti, di cui non era stato informato in dettaglio.

Poco dopo l’inizio delle riprese, perplessità sono state espresse anche dall’associazione che rappresenta le donne vittime della guerra del 1992-1995, secondo cui il film rappresenta una «distorsione della verità» in merito alle sofferenze che dovettero affrontare le donne nei campi di detenzione. Angelina Jolie ha risposto invitando a non giudicare la pellicola prima di averla vista e si è mostrata disponibile ad incontrare rappresentanti dell’associazione per discutere in dettaglio dei temi affrontati nel film.

Tags: , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑