Curiosità

Published on luglio 30th, 2012 | by Giuliana Cernuschi

0

Aspetteremo il 2015 per “Avatar 2”

Era ottobre del 2010 quando la Fox annunciò che James Cameron,  il re Mida di Hollywood, aveva accettato di dirigere due sequel di “Avatar”. Egli avrebbe dichiarato che i due film sarebbero stati girato contemporaneamente, in un’unica soluzione, facendoli però uscire con un anno di distanza, a Natale del 2014 e del 2015. Mesi fa il regista ha ribadito in un’intervista alla rivista statunitense “Entertainment Weekly” di aver iniziato a scrivere i due sequel di “Avatar” e ha svelato alcuni particolari al riguardo:

Sono immerso nel processo di scrivere i prossimi due film di Avatar. Abbiamo intenzione di girarli assieme, e post-produrli assieme, e poi li faremo uscire con un anno di distanza l’uno dall’altro. Al momento puntiamo a natale 2014 e 2015.

Purtroppo alcune settimane fa Cameron ha annunciato che il sequel di Avatar non sarà pronto prima del 2015. Anche se, nella stessa intervista, aggiunge di voler girare una trilogia del film, ma c’è chi dice che ci possa essere anche un quarto episodio. Dedicando anima e corpo in una dei film fantasy più apprezzati, il regista non riuscirà certo a dirigere anche l’adattamento cinematografico del fumetto giapponese “Battle Angel Alita”, atteso da una decida d’anni dai fan. Parlando con l’Empire diversi mesi fa durante l’uscota di “Titanic” in 3D, ha anche dichiarato:

James Cameron | © Michael Buckner / Getty Images

Per far bene un film bisogna dedicargli il giusto tempo” e “in realtà, sono i film a fissare le date di uscita, non sono le date di uscita a fissare i film.

Con quest’ultima frase Cameron ribadisce il suo essere artista: non rispettare le date di scadenza, essere talvolta scontroso (come nell’aneddoto da lui raccontato più volte, in cui colpì un carrello del tè poichè arrabbiato del fatto che la sua troupe di Aliens in Inghilterra stesse facendo una pausa), sono carattristiche di molti artisti. Non sono cert tutti come Leonardo da Vinci, nonchè persone equilibrate e razionali; alcuni uomini manifestano la loro arte in una maniera più passionale (basti pensare allo scontroso Michelangelo, piuttosto che a Van Gogh) come appunto lo stesso Cameron. Lo stesso Michelangelo aveva un carattere scontroso. Non si può dire lo stesso per Peter Jakson, un altro grande “mostro hollywoddiano” del nostro tempo: se per Cameron una pausa tè per i dipendenti era troppo, Jakson cerca di essere educato e cordiale con tutti. Addirittura, quando una volta chiese il tè al  suo nuovo staff, in seguito ad una grande confusione gli arrivarono diverse tazze di tè, e lui le bevve tutte per paura di non offendere nessuno. Con due caratteri così diversi, i due maghi del cinema che si uniscono, e i risultati li vedremo proprio con “Avatar 2”. Il New York Times afferma  che il grande regista di “Titanic” girerà il suo prossimo capolavoro proprio negli studi di Jackson,  negli enormi teatri di posa a Wellington, capitale della Nuova Zelanda. Dopotutto, avendo acquistato una enorme tenuta sul Lago Pounui per costruire dei teatri di posa ad Aucklandtra e trasverirvisi insieme alla famiglia, la sua nuova casa e gli studios è di circa quindici minuti…in elicottero. E’ probabile che il grande regista si troverà meglio in questo nuovo paese: egli ammira non solo la cultura cinematografica contemporanea della Nuova Zelanda, ma anche le troupe neozelandesi che, ha spiegato, hanno una grande vitalità e flessibilità, maggiore di quelle statunitensi. “Non fanno parte di quella sorta di terza generazione che trovi al lavoro nei teatri di posa di quella noiosa Los Angeles,” ha commentato. Gli effetti visivi verranno quindi realizzati alla Weta Digital, sempre di proprietà di Jackson, mentre le scene in motion capture verranno realizzate in teatro di posa in California.

Sam Worthington che ritornerà nei panni dell’ex-marine paraplegico Jake Sully, e accanto a lui rivedremo Zoe Saldana nei panni della coraggiosa principessa Neytiri. accanto a loro ci sarà il medesimo cast del primo film: Giovanni Ribisi, Sigouney Weaver, Michelle Rodriguez, Joel David Moore, CCH Pounder, Peter Mensah, Laz Alonso, Wes Studi e Stephen Lang.

Tags: , , , , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi