News

Published on aprile 19th, 2012 | by alessandro ludovisi

0

Conferenza stampa con il cast di American Pie – Ancora insieme

Nel verde di Villa Borghese, nella splendida cornice della Casa del Cinema di Roma, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del film “American Pie – Ancora insieme” ( potete leggere QUI la nostra recensione), una reunion (come specificato nel titolo originale) che vede protagonisti gli amati interpreti della prima pellicola del franchise. Da Jason Biggs (Jim) ad Alyson Hannigan (Michelle), Thomas Ian Nicholas (Kevin), Chris Klein (Oz), Mena Suvari (Heather), Eddie Kaye Thomas (Finch)  all’immancabile e amatissimo Sean William Scott (Stifler), ci sono davvero tutti compreso un gustoso cameo con protagonista lo Sherminator e una breve apparizione di Nadia (la prima donna di Jim, interpretata da Shannon Elisabeth).

All’incontro romano hanno partecipato Jason Biggs (elegante, in giacca e cravatta), Chris Klein (maglioncino e camicia da “bravo ragazzo”) e Mena Suvari (in una mise colorata ma al tempo stesso elegante).

Il cast di American Pie - Ancora insieme

Nella classica domanda rompighiaccio è stato chiesto ai tre quali sensazioni hanno provato nel dover affrontare questa rimpatriata. Mena Suvari ha confessato di essere onorata della “chiamata” , un po’ a sorpresa, considerando la sua assenza nel precedente film ma di essere felice perché ha sempre amato essere una interprete della serie, poiché “American Pie” le ha cambiato la vita. Sulla stessa lunghezza d’onda il collega Jason Biggs  che ricorda come “aver fatto passare diversi anni dall’ultimo prodotto del franchise sia stata una scelta giusta verso il pubblico che ha maturato una certa nostalgia verso la serie.  Aver fatto American Pie – Ancora insieme con il cast originale è una grande opportunità, la cosa migliore che potesse accadermi e una occasione per tutti noi di ritrovarci ancora assieme”. Molto entusiasmo traspare anche dalle dichiarazioni di Chris Klein, secondo cui “gran parte del merito va agli sceneggiatori del film, Jon Hurwitz e Hayden Schlossberg”. Klein appare forse il più emozionato dei tre e non fa nulla per nascondere la straordinaria amicizia con Jason anche al di fuori del set e ringrazia per l’ opportunità di aver potuto – ancora una volta – vestire i panni di Oz e rincontrare gli amici di sempre con i quali si è creato un rapporto speciale.

La locandina di American Pie - Ancora insieme

JasonJimBiggs si è spinto davvero oltre in questo ultimo epidosio, “mostrandosi” nudo come mai prima, anche se in chiave ironica. L’attore non sembra pentito, anzi, è piuttosto a suo agio nel ricordare una delle scene più controverse del film (l’attore “cerca” inutilmente di coprire le proprie nudità con un coperchio trasparente). Biggs è anche produttore esecutivo della pellicola, insieme a Sean  William Scott:  “Come produttori io e Sean siamo stati coinvolti nel progetto dall’inizio ed è stato bello aver partecipato anche alla fase creativa, ma il progetto funziona soprattutto perché coinvolge tutti i protagonisti e questo ha prodotto una bella atmosfera”.

Alla bella Mena Suvari non sembra dispiacere l’immagine  di donna americana a tutti gli effetti, nonostante abbia origini estoni ( da parte del padre). Una semplice coincidenza che abbia preso parte a pellicole che richiamino l’America nel titolo (“American Beauty”, “American Pie” e aggiungiamo la piccola parte in “American Horror Story” nell’episodio “Spooky Little Girl”). L’attrice è grata al pubblico per aver apprezzato i suoi personaggi in questi film che gli hanno permesso di migliorare le sue qualità recitative. La Suvari si sofferma sul personaggio di Heather riconoscendole una certa maturazione all’interno della serie di American Pie. “Una Heather più matura, più consapevole”.

Mena Suvari

Jason Biggs ci spiega la differenza rispetto alle altre tre pellicole a cui ha partecipato:

Uno dei problemi maggiori è stato presentare una storia adulta ma con l’umorismo tipico di American Pie, abbiamo quindi cercato di produrre e realizzare delle gag da trentenni  che potessero funzionare. Ritengo che sia il film più sentimentale tra quelli realizzati nonostante il rischio che a causa il nostro humour aggressivo alcune situazioni potessero risultare poco credibili.

Jason Biggs insieme all'attore Eugene Levy

Nell’originale “American Pie” del 1999 si faceva accenno all’utilizzo (e anche al rischio, considerate le “sexy riprese” con protagonista Jim) della tecnologia, mentre in “Ancora insieme” si fa spesso richiamo ai social media, come Facebook e Twitter anche se, allo stesso tempo, è evidente il bisogno di rapporti  “reali”. Secondo Jason Biggs:

È molto importante l’amicizia all’interno del film e i legami tra i protagonisti sono più forti rispetto ai due successivi film che hanno seguito l’originale. American Pie è la storia di un gruppo di amici, è la storia tra un padre e un figlio, c’è un aspetto romantico. Il successo del franchise è dovuto alla creazioni di personaggi reali, credibili, a cui il pubblico è affezionato e nei quali un po’ tutti ci identifichiamo.

“American Pie – Ancora insieme” sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 4 maggio dalla Universal, in 350 copie. E, come ricorda il buon Jim “non è detto che sia l’ultimo”.

 

 

Tags: , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi