Curiosità

Published on gennaio 15th, 2013 | by Andrea Lupia

0

La grande musica del cinema: Hans Zimmer

Il compositore tedesco Hans Zimmer, nasce a Francoforte sul Meno il 12 settembre 1957. Dopo una carriera come tastierista in diverse band (fra le quali gli Ultravox e i Krisma) e sarà una volta ultimate queste collaborazioni ed i lavori come session man, che si dedicherà completamente alla musica per il cinema. Sarà in particolare Stanley Myers, un noto compositore e suo maestro, a spingerlo proprio in questa direzione, sostenendo che la particolare fusione di classica ed elettronica sviluppata da entrambi, fosse particolarmente adatta al cinema.

La svolta in questo senso arriva con “L’uomo della pioggia” nel 1988, per il quale Zimmer cura la colonna sonora arrivando a guadagnarsi una nomination agli Oscar. Da qui in poi, sempre più successo, come l’anno dopo con le musiche del film “A spasso con Daisy” ed in seguito “Thelma & Louise“, “Thunderbird” ed anche il pluri-premiato “Il re leone“. Dopo la miriade di colonne sonore che ha curato in quegli anni, fra cui “La sottile linea rossa“, Hans Zimmer non si è di certo fermato, continuando il suo lavoro su film più recenti che hanno ottenuto un enorme successo. Dopo il 2000 in particolare, lo ricordiamo per il suo lavoro in film come:

Hans Zimmer con la trottola di "Inception" | © Frazer Harrison / Getty Images

Hans Zimmer con la trottola di “Inception” | © Frazer Harrison / Getty Images

Il gladiatore“, “Black hawk down“, “Hannibal“, “L’ultimo samurai“, “Il codice Da Vinci“, “Angeli e demoni“, “I Simpson – Il film“, “Sherlock Holmes” e “Sherlock Holmes – Gioco di ombre“. Jerry Bruckheimer, con il quale aveva lavorato per “Crimson Tide“, “The Rock” e “Pearl Harbor“, gli chiese di rivedere la colonna sonora di Alan Silvestri per “Pirati dei Caraibi – La maledizione della prima luna” e Zimmer dovette rifiutare perché impegnato con “L’ultimo samurai“, ma fornì alcuni temi per il film senza essere accreditato.

Nell’ultimo decennio, il nome di Hans Zimmer è stato legato ad una delle saghe cinematografiche che più hanno fatto discutere, quella dell’uomo pipistrello di Christopher Nolan, ma non solo. Il sodalizio artistico fra i due artisti ha portato alle collaborazioni cinematografiche di film già entrati nella cultura pop come veri e propri capolavori e questo, senza dubbio, è anche merito delle musiche del compositore tedesco. Oltre alla trilogia del Cavaliere oscuro, che comprende “Batman begins“, “Il cavaliere oscuro” e “Il cavaliere oscuro – Il ritorno“, dei film di Nolan, Hans Zimmer ha curato anche la colonna sonora di “Inception” (nominata agli Oscar).

Elencare tutto il lavoro di quasi trent’anni di colonne sonore, sarebbe inutile e tedioso. Piuttosto sarebbe bello ascoltare il lavoro di Hans Zimmer nel contesto cinematografico (per il quale è stato creato) e poi fuori da quello stesso contesto, per rendersi conto non solo di quanto abbia donato ai film in questione, ma di come la sua musica possa tranquillamente essere fruita da sola, cosa che al di la di ogni considerazione personale, è prova di qualità e bellezza.

Nel mio riproduttore di mp3 non mancano mai le intere colonne di “Inception“, onirica e romantica e quelle della trilogia di Batman, tese e grandiose come le suite d’altri tempi, ma intrise di una modernità talmente genuina da non dover essere urlata. E per i giorni più avventurosi, “Pirati dei Caraibi“. Che aspettate a godere di questo simpatico crauto fissato con i pianoforti rotti? Concedetevi di fare la sua conoscenza, n attesa di ascoltare il suo lavoro su “Man of steel“.

Tags: ,


About the Author

Scrittore, disegnatore, attore e poeta lo-fi.



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑