Batman begins" è il film del 2005, diretto da 

Recensioni cult: Batman begins | CineZapping





Recensioni

Published on settembre 7th, 2012 | by Andrea Lupia

0

Recensioni cult: Batman begins

Recensioni cult: Batman begins Andrea Lupia
Voto CineZapping

Summary:

4

Film Grandioso


User Rating: 0 (0 votes)

Batman begins” è il film del 2005, diretto da Christopher Nolan, che narra le origini di uno dei più famosi supereroi di tutti i tempi. Creato dalla fantasia di Bob Kane e Bill Finger nel 1939, l’Uomo Pipistrello ha conosciuto una lunga e fortunata carriera fumettistica e gode ad oggi di un gran numero di adattamenti cinematografici e di serie televisive (sia live-action, che di animazione.) Nolan, in coppia con lo sceneggiatore David S. Goyer, riscrive il mito di Batman, creando una visione assolutamente innovativa non solo della storia in se, ma finendo per sovvertire l’idea che si aveva fino a quel momento di film con i super eroi e di cinefumetto. Infatti i due, fiancheggiati anche dal più giovane dei fratelli Nolan (Jonah), costruiscono la prima trasposizione realistica del personaggio, basandosi su delle graphic novel di culto come Batman: Anno Uno di Frank Miller e David Mazzucchelli.

Bruce Wayne (Christian Bale), perde i genitori da piccolo durante una rapina ad opera di Joe Chill. Eredita una immensa fortuna ed il maggiordomo Alfred (Michael Caine) si occupa di lui. Nonostante gli anni però, Bruce non ha dimenticato, né perdonato. Quel dolore si è ormai insinuato dentro di lui, avvelenandone l’esistenza ed ormai adulto in una Gotham City ormai al collasso per crimine e corruzione, pensa di farsi giustizia da solo sparando a Joe Chill all’uscita dal tribunale. E’ solo per un caso che un sicario di un potente boss della città, Carmine Falcone (Tom Wilkinson), uccide Chill prima di lui. Privato della possibilità di vendicarsi, Bruce intraprende un viaggio verso il mondo del crimine, perché intende studiarlo e capirlo per potervisi opporre, ed è così che viene arrestato e rinchiuso in una prigione in Cina. Qui viene contattato dal misterioso Ducard (Liam Neeson), che gli fa una strana proposta. E’ così che Bruce entra a far parte di una società segreta detta La Setta delle Ombre, che si batte con metodi poco ortodossi per la giustizia, ma le cui finalità sono più sinistre di quanto non sembri. Fra loro Bruce apprende quanto necessario per combattere il crimine, ma in netto contrasto con la loro tendenza ad uccidere, durante uno scontro fugge dal monastero in fiamme e fa ritorno a Gotham City, dove inizia la sua crociata contro il male.

La locandina de “Batman begins”

Il film è stato realizzato con molta cura per i dettagli, concentrandosi su una visione realistica del personaggio e del suo universo narrativo ed in tandem con la stupenda colonna sonora di Hans Zimmer e James Newton Howard, questo ha permesso di creare un piccolo gioiello cinematografico, in special modo per le prestazioni degli attori. Bale ha regalato una delle sue migliori interpretazioni, risultando credibilissimo nella parte del Cavaliere Oscuro. Un immenso, divertente e commovente Michael Caine ha permesso di portare sullo schermo una versione fantastica del fedele maggiordomo Alfred. Liam Neeson è affascinante e minaccioso nel ruolo di Ducard/Ra’s al Ghul e la miriade di altri personaggi non è da meno. Una menzione speciale va a Cillian Murphy e Gary Oldman, rispettivamente l’agghiacciante Spaventapasseri ed il Commissario James Gordon. Ottimo come sempre Morgan Freeman che ha fatto conoscere Lucius Fox al grande pubblico, mentre non convince del tutto Katie Holmes, quasi fuori luogo di quando in quando. Della trilogia (a questo pellicola ne sono seguite altre due, “Il cavaliere oscuro” ed “Il cavaliere oscuro – Il ritorno“) “Batman begins” non rappresenta solo l’inizio. E’ il percorso di un uomo. Di una lunga e complessa storia di perdita, dolore e rinascita. Ma anche soprattutto, di ribellione. Al dolore, alla morte, alla malvagità degli uomini. Ed alla paura.

“…come uomo di carne e ossa mi possono ignorare o schiacciare, ma come simbolo… come simbolo potrei essere incorruttibile. Potrei essere immortale.” (Bruce Wayne)

Voto:

[starreview tpl=16]

Tags: , , , , ,


About the Author

Scrittore, disegnatore, attore e poeta lo-fi.



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑