News

Published on novembre 11th, 2011 | by johnbuckley

0

Ai nastri di partenza il Pitigliani Kolno’a Festival

Partirà domani, sabato 12, fino a mercoledì 16 novembre alla Casa del Cinema di Roma, la sesta edizione del Pitigliani Kolno’a Festival, unica kermesse cinematografica in Italia dedicata al cinema israeliano e di argomento ebraico, diretta da Dan Muggia e Ariela Piattelli, che propone decine di nuovi titoli e prestigiosi ospiti, presenta film, documentari, capolavori ispirati a grandi libri e avrà come ospite d’onore la Bezalel Academy of Arts and Design. Un’occasione imperdibile per conoscere e magari iniziare ad amare una cinematografia poco conosciuta ma di sicuro valore, e vedere in anteprima delle pellicole interessanti e curiose, come “A Jewish girl in Shangai“, primo film d’animazione cinese della storia di argomento ebraico.

Il programma di apertura di domani – sabato 12 novembre – prevede alle ore 21:00, in sala Kodak, la prima parte del programma di proiezioni dei cortometraggi di animazione della Bezalel School of Arts and Design di Gerusalemme, introdotta da Hanan Kaminski, direttore del dipartimento di animazione della stessa scuola.

Il programma di domenica 13 novembre prevede in sala Deluxe alle ore 11:00 la proiezione di “Ajami“, di Scandar Copti e Yaron Shani, considerata una tra le opere più significative della cinematografia d’Israele, insignita della Nomination agli Oscar per il miglior film straniero. La pellicola è uno spaccato della difficile realtà del quartiere di Yaffo di Tel Aviv. Alle ore 14:00, Hanan Kaminski, introduce la prima parte del programma di proiezioni dei cortometraggi di animazione. Alle ore 15:30, proiezione di “Mary and Max“, il film di animazione dell’australiano Adam Elliot sull’amicizia a distanza tra una ragazza cattolica e un signore ebreo di New York, solo e malato.

Alle ore 17:30, proiezione del lungometraggio “Il Responsabile delle risorse umane“, di Eran Riklis, tratto dall’omonimo romanzo di Abraham B. Yehoshua e vincitore del premio del pubblico al Festival di Locarno. Alla fine della proiezione, alla presenza dello sceneggiatore del film, Noah Stollman, si tiene un incontro sulla letteratura israeliana tenuto da Emanuela Trevisan Semi.

Alle ore 20:00 è di scena il documentario con “Teacher Irena“, diretto da Itamar Chen: la storia della maestra Irena – immigrata in Israele dalla Russia – dal suo squallido appartamento alla classe dove insegna. Alle ore 21:30, il regista Roi Werner e gli attori protagonisti Yaron Brovinsky e Keren Berger, presentano al pubblico “2 Night“, film a basso budget che racconta di due ragazzi alla disperata ricerca di un parcheggio a Tel Aviv per stare insieme.

Il programma della sala Kodak prevede alle ore 11:30, “A Jewish girl in Shangai” di Wang Genfa e Zhang Zhenhui, primo film d’animazione cinese della storia di argomento ebraico. La proiezione sarà preceduta dalla proiezione del cortometraggio statunitense di animazione “God&Co“. Alle ore 14:00 il documentario-omaggio al musicologo Leo Levi in “L’uomo con la nagra“, diretto dalla figlia Yaala Levi Zimmerman. Alle ore 16:00 la regista Noa Ben Hagai e la produttrice Elinor Kowarsky presentano il documentario “Blood Relation“, quindi alle ore 17:45, la regista Francesca Melandri presenta in sala “Vera“, che racconta la storia di una donna, ebrea croata, unica sopravvissuta della sua famiglia alle deportazioni.

Alle ore 19:00, altro ritratto di donna nel documentario “Lia“, di Taly Goldenberg, la storia della leggendaria fondatrice della Cineteca di Gerusalemme e del Festival Internazionale del Cinema di Gerusalemme. Alle ore 20:30, Hanan Kaminski, introduce la seconda parte del programma di proiezioni dei cortometraggi di animazione. Alle ore 22:00, infine, la proiezione di “Shining Stars” in cui la regista Yael Kipper racconta la storia di Maytal, cui un terrorista con una bomba ha ucciso il fratello e le ha devastato il corpo.

Il programma di lunedì 14 novembre prevede in sala Deluxe alle ore 14:00 il primo degli incontri del PKF Professional Lab – ad entrata gratuita fino ad esaurimento posti – su “Animazione Israeliana“, con Hanan Kaminski, Luca Raffaelli, direttore artistico del Festival internazionale del cinema d’animazione Castelli Animati e di Romics e Leonardo Carrano, video artista di animazione. Alle ore 17:00, il secondo incontro del PKF Professional Lab, su “Italia e Israele: Sguardi a confronto“,  per discutere di come il documentario possa raccontare una situazione politica.
Alle ore 20:00 la regista Noa Ben Hagai e la produttrice Elinor Kowarsky presentano il documentario “Blood Relation“. Alle ore 21:45 proiezione di “Infiltration“, di Dover Koshashvili, tratto dall’omonimo romanzo di Yehoshua Kenaz, che, raccontando di un plotone in cui tutte le reclute sono affette da disfunzioni fisiche o mentali, riconduce all’attualità le divisioni interne alla società multiculturale israeliana negli anni Cinquanta.

Tutte le proiezioni (in lingua originale con sottotitoli in italiano) e gli incontri sono a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Tags: , , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑