Gossip

Published on maggio 15th, 2011 | by Elide Messineo

0

Nicolas Cage: violenza sul figlio e chiamata al 911

Lo scorso 16 aprile Nicolas Cage è stato arrestato per violenze domestiche e disturbo della quiete pubblica a New Orleans, dopo la telefonata alla polizia da parte di un tassista. Successivamente Cage è stato rilasciato su cauzione, ma ancora c’è del mistero sulle violenze che avrebbe subito il piccolo Kal-El 6 anni, del quale l’attore di “Drive Angry” è stato accusato.

Kal-El e Nicolas Cage

A quanto pare, Nicolas Cage sarebbe stato visto strattonare il figlio malamente e il ginocchio sbucciato di Kal-El non aveva fatto altro che alimentare i sospetti. L’attore ha giustificato il tutto spiegando di essere caduto mentre teneva il figlio in braccio, che si è fatto leggermente male al ginocchio, ma secondo i testimoni le cose sarebbero andate diversamente. Intanto il procuratore di New Orleans, dopo l’uscita di prigione su cauzione dell’attore, ha deciso di non procedere, poiché la moglie di Cage, Alice Kim, non aveva sporto denuncia. Il sito TMZ, però, pubblica una telefonata al 911 che cambierebbe le carte in tavola. L’interlocutore, evidentemente allarmato, chiede l’intervento della polizia:

C’è una terribile emergenza dall’altra parte della strada ed è coinvolto un bambino, un uomo è andato fuori di testa e sta gridando: lasciami entrare, lasciami entrare. Penso stia cercando di prendere il bambino da sua madre. Penso che quest’uomo stia facendo del male al bambino. Il bambino grida ed è veramente una brutta scena.

La carriera di Nicolas Cage attualmente è in bilico e viste le ulteriori prove riportate, molto probabilmente riprenderanno le indagini per accertarsi che Kal-El non subisca violenze e lo stesso, ovviamente, vale per la moglie, Alice Kim, che a quanto pare ha deciso di scegliere la via del silenzio.

Tags: ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑