E.T. L'extra-terrestre" ("E.T. the Extra-Terrestrial") è un film di ..." />

Recensioni cult: E.T. L'extra-terrestre | CineZapping





Recensioni

Published on Ottobre 26th, 2012 | by Andrea Lupia

0

Recensioni cult: E.T. L’extra-terrestre

Recensioni cult: E.T. L’extra-terrestre Andrea Lupia
Voto CineZapping

Summary:

4.5

Film Grandioso


User Rating: 0 (0 votes)

E.T. L’extra-terrestre” (“E.T. the Extra-Terrestrial”) è un film di fantascienza del 1982 diretto da Steven Spielberg, che è diventato in brevissimo tempo un vero oggetto di culto e, forse ancora più importante, un film caro a tutta una generazione e che continua tutt’oggi a far innamorare grandi e piccini. La storia è nota a tutti, durante una sosta sul nostro pianeta, da una navicella spaziale si allontana un piccolo alieno, che viene “dimenticato” sulla Terra. Trova rifugio presso una famiglia di esseri umani, stringendo un’amicizia che trascende la diversità e le distanze con il ragazzo terrestre. Toccherà proprio a lui e agli altri ragazzi, salvare il piccolo E.T. dalla paura e dalla stupidità degli adulti che vogliono studiarlo ed aiutarlo a tornare a casa.

Il film è uno dei più cari al regista, che grazie a questa pellicola riuscì ad aprire un nuovo capitolo sia della propria carriera che del cinema in generale, lavori più personali ed intimi (“Il colore viola“, “Schindler’s List“), che contenessero tutti i temi a lui cari, dalla crescita, la tolleranza ed il rispetto della diversità.

La locandina originale di “E.T. L’extra-terrestre”

Premiato sia dal pubblico che dalla critica, il film non è solo una storia di fantascienza, ma una parabola delicata come una fiaba sul rispetto, l’amicizia ed il dovere di essere d’aiuto a chi ha bisogno, a prescindere dal suo aspetto e dalla sua provenienza. La sua importanza, come prodotto cinematografico, ha superato i confini del semplice intrattenimento ed in seguito anche quelli dell’opera d’arte, venendo accolto fra i film del National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. La piccola creatura da un altro pianeta venne creata dal maestro Carlo Rambaldi, scomparso di recente ed è una strana, piccola e buffa creazione che si è ritagliata un posto nell’immaginario collettivo al pari Superman o di qualsiasi altro personaggio che, ardua impresa, abbia saputo fare breccia nei cuori dei più piccoli. Spielberg ebbe a dire:

Fu difficile trovare la giusta rappresentazione di E.T., perché volevo qualcosa di speciale. Non volevo che sembrasse un alieno qualsiasi. Doveva essere qualcosa di anatomicamente diverso, in modo che il pubblico non pensasse che quello fosse un nano in una tuta.

A quanto pare quel pizzico di Italia con Carlo Rambaldi, ha saputo dare quel tocco speciale, che il film meritava e direi che ha davvero funzionato.

Carlo Rambaldi e la sua creatura E.T.

In questi giorni “E.T. L’extra-terrestre” compie ben trent’anni di onorata carriera, e può essere definito uno dei film iconici dei nostri tempi e non è esagerato dire, di tutti i tempi e viene celebrato con una ricca edizione in Blu-ray, che conterrà una vasta selezione di contenuti speciali, interviste e quant’altro possa fare la felicità di chi, almeno una volta, ha fatto il tifo per il piccolo alieno ed il suo amico Elliott e si è emozionato, volando per un attimo su quella bicicletta sullo sfondo di una grande luna. Se mai ci fosse qualcuno che ancora non ha visto questa meraviglia, può approfittare ora delle celebrazioni per il trentennio della più bella fiaba che la modernità ha regalato, insegnandoci che il rispetto e l’affetto, vanno sempre al di là delle differenze. Emozionante.

E.T. telefono casa

Voto:

[starreview tpl=16]

Tags: , , , ,


About the Author

Scrittore, disegnatore, attore e poeta lo-fi.



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑