News

Published on gennaio 20th, 2012 | by sally

0

Testa mozzata nei pressi dell’abitazione di Brad Pitt e Angelina Jolie

Questa volta non si tratta di un film, ma di fatti realmente accaduti: ad Hollywood tutto può succedere, ma l’ultimo evento che ha colpito Brad Pitt ed Angelina Jolie ha qualcosa di sconvolgente. Nei pressi della loro abitazione californiana, infatti, è stata trovata una testa mozzata, quella di un uomo bianco intorno ai 40, dentro una scatola.

Chi conosce bene Brad Pitt e i film di cui è stato protagonista, non potrà fare a meno di collegare l’accaduto a “Seven“, uno dei suoi film più noti, in cui accadeva pressapoco la stessa cosa, con la testa della moglie del protagonista impersonato da Pitt dentro una scatola.

Angelina Jolie e Brad Pitt | © Jason Merritt / Getty Images

Ovviamente la cosa ha sconvolto la coppia di attori, che non hanno rilasciato alcuna dichiarazione, a trovare la testa dell’uomo, con gli occhi sbarrati, è stata una delle guardie del corpo dei Brangelina, che ha spiegato ai giornalisti che la macabra scoperta è stata sconvolgente. Fortunatamente gli attori e i loro sei figli non si trovavano nella loro casa di Los Angeles, la polizia sta già indagando ma vuole mantenere il massimo riserbo, si sa che è molto facile che circolino le voci sbagliate, come spesso accade ai personaggi famosi. La strada più plausibile, comunque, fa pensare ad un mitomane che voleva rendere omaggio a Brad Pitt con un’orrida citazione del film di cui è stato protagonista, si spera invece che non si tratti di una sorta di minaccia o comunque di un gesto che possa avere altre ripercussioni su Pitt e famiglia in futuro.

Quando la realtà supera la fantasia… era il 1995 quando David Fincher presentava il suo “Se7en“, Brad Pitt era un abile detective, affiancato da Morgan Freeman per la risoluzione di un caso piuttosto spinoso. Nei panni del cattivo c’era un inquietanete Kevin Spacey, mentre la vittima era Gwyneth Paltrow, nel film impersonava la moglie del giovane detective David Mills.

Tags: , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑