) confeziona il terzo c..." /> Fastest: la recensione del documentario sul pilota Valentino Rossi





Recensioni

Published on giugno 20th, 2012 | by alessandro ludovisi

0

Fastest: la recensione

Fastest: la recensione alessandro ludovisi
Voto CineZapping

Summary:

3.25

Buon Film


User Rating: 0 (0 votes)

Mark Neale (“No Maps for These Territories”) confeziona il terzo capitolo della sua trilogia sull’alta velocità, iniziata nel 2003 con “Faster” e proseguita nel 2006 con “The Doctor, The Tornado and the Kentucky Kid”. L’ultimo lavoro del regista britannico è “Fastest”, un documentario sulla MotoGp, e in particolare sul “dottore” Valentino Rossi alla caccia dell’ottavo titolo mondiale e del record del centauro Giacomo Agostini. Avvalendosi di filmati inediti e di numerosi contributi forniti dai piloti stessi, mescolando il tutto con le adrenaliniche riprese on board, Neale ci propone un avvincente dietro le quinte con molti dei protagonisti della classe regina da Casey Stoner a Jorge Lorenzo a Ben Spies, al compianto Marco Simoncelli e si regala un narratore d’eccezione: Ewan McGregor.

Il film

2009, Gran Premio della Catalogna, ultimo giro: il padrone di casa Jorge Lorenzo, astro nascente del motociclismo, sfida all’ultima curva e all’ultimo respiro Valentino Rossi, ovvero il pluricampione del Mondo. Lorenzo è in vantaggio, siamo agli ultimi tornanti e non sembra esserci possibilità per il pilota di Tavullia che si dovrà accontentare del secondo posto. Accontentare, appunto, ovvero una parola che Rossi non sembra conoscere e lo dimostrerà con un incredibile sorpasso all’ultima curva del Montmelò. È l’ennesima vittoria per il pilota italiano, una pura formalità per uno capace di trionfare in quattro classi diverse (125, 250, 500 e MotoGp).

 

Valentino Rossi

Neale parte in “quarta” e non potrebbe essere altrimenti per raccontare sul grande schermo le epiche avventure di quegli uomini capaci di raggiungere 330km/h. L’ormai esperto documentarista britannico sceglie di raccontare quel mondo dietro alle quinte attraverso le imperdibili parole dei protagonisti: non solo Rossi, nonostante lui sia il “più veloce”, l’uomo da battere, ma anche Stoner e Lorenzo i due “giovani” piloti che più degli altri sono riusciti a mettere in difficoltà The Doctor e quel Nicky Hayden capace di strappare a Rossi il titolo, dopo quattro anni di monopolio, nel 2006. Quell’anno Valentino perse il titolo, dopo una fragorosa rincorsa, all’ultima gara a causa di una brusca caduta. Già, il terrore di ogni pilota: perdere il controllo della moto e rischiare, in quelle solo apparentemente innocue scivolate sull’asfalto, la vita. Ne sa qualcosa lo sfortunato Marco Simoncelli, anche lui malinconicamente presente nel documentario. E fa male, coinvolge e commuove quel suo sguardo quando, rivolgendosi al suo interlocutore, ammette di “avere paura, molta paura”. Proprio lui, reso celebre per il carattere spavaldo e la guida aggressiva che faceva infuriare, e non poco, i suoi colleghi.

Fastest

Le cadute, gli infortuni, le collisioni tra moto e piloti sul filo dei 300km/h, fanno parte del circo e a prevalere è in fondo il carattere dei protagonisti, del tutto incapaci di astenersi dal rischio. Lo testimonia, abilmente, Neale quando ci racconta delle avventure extra che questi coraggiosi centauri si concedono nel motocross. Una gita nel fango che spesso costa pericolosi e dolorosi infortuni.

Da “Fastest” emerge un ritratto completo del “pilota” Rossi ma anche dell’uomo, celebre per le corse in pista e amato da una nazione e, soprattutto, da un paese intero, quella Tavullia che si nutre dei racconti dei suoi abitanti, dall’edicolante al parroco, tutti orgogliosi del loro concittadino.

Commenti finali

Neale realizza un documentario di valore che alterna, sapientemente, filmati di repertorio con immagini inedite ed emozionanti interviste per raccontarci un “mito” a tutto tondo, nei suoi eccessi, nei continui cambiamenti di look, nei pittoreschi atteggiamenti e in quelle continue sfide che, ancora oggi, deve affrontare per difendere il suo scettro.

Uscita in DVD e Blu-ray

 Dal 20 giugno la pellicola diretta da Mark Neale sarà disponibile per l’home video nella doppia versione DVD e Blu – ray, con numerosi contenuti speciali:

  • Battaglia tra fratelli
  • Giallo
  • Guida aL MotoGp di Lauren Vickers
  • Salvo!
  • Fisica popolare e Fisica vera
  • Furusawa, Rossi e l’M1
  • Riders for health
  • Trailer

 [starreview tpl=16]

 

 

Tags: ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi