Recensioni

Published on agosto 6th, 2012 | by alessandro ludovisi

0

Lo squalo di Spielberg in Blu-ray

Da dove nasce la paura per gli squali? In molti sostengono che la colpa sia proprio di Steven Spielberg e della sua pellicola del 1974 che, in occasione del centenario della Universal Pictures, è stata resturata e rimasterizzata in digitale con effetti decisamente sorprendenti. L’appuntamento per i fan, e non solo, è al 22 agosto, data di uscita dell’horror di Spielberg in Blu-ray e Digital Copy, con oltre quattro ore di contenuti speciali:

  • The Shark is Still Working: The Impact & Legacy of JAWS:  Un documentario con filmati mai visti prima ed interviste al cast e alla troupe, compresi Steven Spielberg, Richard Dreyfuss e Roy Scheider.
  • JAWS: The Restoration: Un inedito approfondimento sul complesso processo di restauro della pellicola originale.
  • The Making of JAWS: Un documentario di due ore con interviste al cast principale e alla troupe.
  • From the Set: Uno sguardo dall’interno alla vita del set de Lo squalo con un’intervista a Steven Spielberg.
  • Scene Eliminate & Scartate
  • JAWS Archives:  Date un’occhiata agli archivi de Lo squalo che comprendono storyboard, foto di produzione e materiali di marketing, così come un sezione speciale sul “fenomeno Lo squalo.
  • Trailer cinematografico originale
  • Digital Copy: Si può scaricare  una versione digitale dell’intero film e vederlo su una vasta gamma di dispositivi elettronici e portatili.

Lo squalo in Blu-ray

 

In anteprima abbiamo partecipato alla proiezione del Blu-ray del film, una gradita visione preceduta da due tra i più importanti contenuti speciali: “The Shark is Still Working: The Impact & Legacy of Jaws “ e “JAWS: The Restoration”. Nel primo è possibile assistere alla nascita dello squalo meccanico e alle numerse difficoltà fatte registrare una volta “lasciato” il modellino nel suo habitat naturale. I continui malfunzionamenti hanno costretto Spielberg e la produzione ad allungare sensibilmente i tempi per la realizzazione del film che, ricordiamo, è ancora oggi considerato uno dei primi esempi di “blockbuster estivo”, in riferimento alla data d’uscita della pellicola che sbarcò in sala proprio nei mesi più caldi dell’anno per dare il via a una tradizione che ancora oggi viene rispettata. In questo divertente contenuto lo stesso Spielberg e gli attori Richard Dreyfuss e Roy Scheider ci raccontano delle difficoltà nella gestione dello squalo meccanico. Divertente, soprattutto, Dreyfuss che si impegna in una divertente imitazione delle radio dell’epoca, utilizzate sul set, ripetendo l’ossessiva frase meccanica che accompagnava la troupe: “lo squalo non funziona”.

Storicamente importante il secondo contenuto, JAWS: The Restoration, nel quale assistiamo al difficile lavoro di restauro della  pellicola che ha impegnato per diversi mesi i tecnici specializzati dello Universal Studios Digital Services, i quali hanno meticolosamente bilanciato il colore, rimosso i graffi e riparato ogni danno  alla pellicola originale del 1975, lavorando sulle singole inquadrature e fotogrammi. In seguito l’Universal Studios Sound Team ha trasferito la colonna sonora de “Lo Squalo” in DTS-HD Master Audio 7.1, ottimizzando il sonoro in Blu-ray per la più avanzata tecnologia di home theater. L’intero processo di restauro è stato condotto in collaborazione con Steven Spielberg ed il team di post-produzione della Amblin Entertainment per garantire aderenza alla visione originaria di Spielberg (uscirà a novembre la sua ultima fatica, il biopic su Abraham Lincoln che sarà interpretato da Daniel Day Lewis).

“Lo squalo”, tre premi Oscar nel  1976 per montaggio, sonoro e colonna sonora, è ancora oggi considerato come uno dei film più terrorizzanti della storia grazie allo stile in soggettiva di Spielberg, capace di simulare il punto di vista del gigantesco animale, e alla martellante colonna sonora diegetica di John Williams. Come confermato dallo stesso Spielberg, quello che oggi vediamo in versione digitale è un prodotto “migliore” perché ci propone un qualcosa impossibile da riprodurre nel lontano 1975. Tutte le piccole imperfezioni tipiche della pellicola in 35 mm sono state rimosse, a volte lavorando su ogni singolo fotogramma per intere giornate, mentre gli evidenti graffi sono stati ripuliti con un liquido speciale. Il risultato è davvero notevole e permetterà a tutti di “godere” degli attacchi dello squalo comodamente seduti sul divano di casa in alta definizione e DTS-HD Master Audio 7.1.

Da non perdere.

 

 

Tags: , , , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi