è basato su una storia ideata da Brenda Chapman Ribelle - The Brave: la recensione della pellicola della Pixar





Recensioni

Published on giugno 28th, 2012 | by alessandro ludovisi

0

Ribelle – The Brave: la recensione

Ribelle – The Brave: la recensione alessandro ludovisi
Voto CineZapping

Summary:

3.75

Film Grandioso


User Rating: 0 (0 votes)

“Ribelle – The Brave” è basato su una storia ideata da Brenda Chapman e scritta dalla stessa Chapman e da Mark Andrews (i due sono anche registi della pellicola), Steve Purcell ed Irene Mecchi. Il film, che uscirà da noi il 5 settembre 2012, si avvale di un ottimo cast di doppiatori: Kelly Macdonald (“Boardwalk Empire”), Emma Thompson (“Casa Howard”, “Ragione e sentimento”), Billy Connolly, Kevin McKidd (“Trainspotting”), Craig Ferguson (doppiatore di “Winnie the Pooh”), Robbie Coltrane (“Harry Potter”), Julia Walters (“Billy Elliott”, “Harry Potter”).

Il film

Merida è una abile arciera, figlia del re Fergus e della regina Elinor. Affettuosa con i fratellini, tre divertenti e furbi gemelli dai ricci rossi, si trova costretta a contravvenire  a una antica usanza dei clan scozzesi mettendosi contro la sua stessa famiglia. Avrebbe dovuto sposare, in seguito allo svolgersi di appositi giochi, il più abile dei primogeniti delle famiglie MacGuffin, Macintosh e Dingwall. La principessa, sottoposta nel frattempo a un vero e proprio indottrinamento da parte della madre, si rifiuta, boicotta i giochi (che lei stessa vince dopo aver scelto l’arco come arma della contesa) e scappa nel bosco dove i fuochi fatui le indicheranno un pericoloso percorso che la porterà dritta fino al rifugio di una vecchia megera. Merida le chiederà un incantesimo per far cambiare opinione alla madre: il risultato sarà terribile e per riparare servirà tutto il coraggio e l’intrapendenza della futura regina.

Una immagine della proiezione del film Ribelle - The Brave

 Giudizio sul film

Non esageriamo: “Ribelle – The Brave” è una delle più realistiche e intense rappresentazioni cinematografiche partorite dalla Pixar con una ambientazione europea e un mix azzeccatissimo tra storia, tradizione e magia. “Ribelle – The Brave” è il primo film della Pixar ad avere come protagonista una donna ed è il primo ambientato in un’altra epoca, dove i riferimenti storici sono evidenti ed è la prima pellicola realizzata dagli Studios californiani ad essere ambientata nel mondo umano.

Dietro al film c’è un evidente lavoro di pre-produzione con tanto di viaggio in Scozia dove i registi e gli sceneggiatori si sono “cibati” delle usanze tipiche di questa terra: dal mitologico e feroce orso Mordu, ai fuochi fatui (sono il prodotto del gas delle paludi ma nella tradizione vengono considerati come indicatori del nostro destino) ai guerrieri delle Highlands, di cui il pittoresco re Fergus è un degno rappresentante.

 

Ribelle - The Brave

 

La ricostruzione della catena montuosa scozzese, abbinato al design visivo raggiunto  dalla Pixar permette a “Ribelle – The Brave” di innalzarsi a un nuovo e più complesso livello di animazione. Colpiscono, e molto, alcuni particolari: dai kilt, alle tuniche, ai capelli della bella ribelle Merida. L’espressività facciale dei personaggi è eccelsa mentre i colori sono sgargianti ma allo stesso tempo più cupi quando la storia raggiunge un climax drammatico. Sì, perché “Ribelle – The Brave” riesce nella non facile impresa di farci ridere e allo stesso tempo ci commuove in quel tentativo di riconciliazione famigliare (soprattutto con la madre) a cui aspira la principessa Merida.

Commenti finali

Merida è una giovane eroina capace di tenere testa a feroci animali, pittoreschi e giganti guerrieri, cavalca in totale libertà e si diletta nello scagliare frecce, in bersagli sparsi tra i boschi, con una precisione chirurgica. Scala impervi percorsi solo per potersi dissetare alle cascate del fuoco ed è molto coraggiosa, più dei buffi figli degli altri clan scozzesi. Ancora una volta la Pixar ci delizia con uno straordinario personaggio.

Consigliatissimo

[starreview tpl=16]

Tags: , ,


About the Author



Commenta il post

Back to Top ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi