Rio" />

Rio: la recensione in anteprima | CineZapping





Recensioni

Published on Aprile 5th, 2011 | by picoblabla

0

Rio: la recensione in anteprima

Rio: la recensione in anteprima picoblabla
Voto CineZapping

Summary: Colorato, piacevole e divertente, trasmette ll’atmosfera di Rio e la passione di un popolo per il divertimento e la gioia di vivere.

4

Film Grandioso


User Rating: 0 (0 votes)

Dalla 20th Century Fox è in arrivo il nuovo film di animazione “Rio“, regia di Carlos Saldanha. Realizzato dai creatori de “L’era Glaciale”, e distribuito in ben 700 copie, sarà in uscita il 15 di aprile nelle sale cinematografiche. Il lavoro sarà anche il film d’apertura della 15a edizione di Cartoons on the bay il festival di animazione Televisiva che si terrà a Rapallo dal 7 al 10 aprile.

Rio

Rio” è la storia di un ara macao di nome Blu addomesticato, viziato e coccolato dalla sua padrona Linda insieme alla quale trascorre le sue giornate all’insegna della routine in una freddissima città del Minnesota. Loro sembrano contenti e soddisfatti delle loro vite e a Blu sembra non pesare nemmeno non aver mai imparato a volare. In fondo lì, lontano dal luogo in cui era nato, il caldissimo e coloratissimo Brasile, ha tutto, compreso l’amore indiscusso di Linda che stravede per lui. Le loro vite saranno però presto sconvolte dall’arrivo di Tullio, uno strampalato ricercatore ornitologico brasiliano, giunto fin lì con l’obiettivo di portare Blu in Brasile, a Rio de Janeiro, per farlo accoppiare con l’ultima femmina della sua specie e salvarlo dall’estinzione. Linda e Blu, assolutamente allergici ai viaggi, non accolgono la notizia con grande entusiasmo, ma di comune accordo decidono di affrontare questa nuova avventura. Rio è tutta un’altra cosa sia per Linda che rimane colpita dai sorrisi e dalle abitudini della gente, che per Blu che, spaesato, non vede solo l’ora di tornare nella sua dolce gabbia in Minnesota. Il primo incontro che Blu ha con Gioiel, la sua controparte femminile non è idilliaco; i due non si piacciono per niente, sono agli antipodi. Gioiel è un tipo orgoglioso, indipendente, ama la libertà e l’avventura e soffre la reclusione al centro ornitologico, mentre Blu non sa stare senza Linda, rimpiange le giornate passate nella gabbia sul suo dondolo e con il cibo sempre a portata di mano. La coppia viene rapita da un gruppo di trafficanti di animali di cui fa parte anche un cacatua di nome Miguel, perfido al punto di mangiarsi perfino un pollo. Messi in una gabbia vengono legati tra di loro con una catena che li unisce per le zampe. Nonostante questo riescono a scappare e solo durante la fuga Gioiel viene a conoscenza del segreto di Blu. Il pappagallino timido e inibito però riesce a farsi valere durante la loro fuga anche non riuscendo a volare e dimostrando coraggio e carattere nonostante il suo grosso handicap. Gioiel, prima prevenuta nei suoi confronti, inizia a provare un certo interesse. Nel frattempo Linda e Tullio vagano per la città in cerca della coppia di pappagallini che intanto hanno trovato riparo nella giungla. Qui incontrano Rafael, un tucano, che li aiuterà a sfuggire dal perfido Miguel e che insieme a Pedro e Nico, una coppia di simpatici uccelli di città li condurrà dal bulldog Luiz per liberare la coppia di pappagallini dalle catene che li univano dall’inizio della fuga. Miguel, però, riesce nuovamente a catturare  Gioiel. Blu assiste alla scena da terra impotente ed insieme agli altri corre a salvare la sua amata. Blu, Gioiel, i loro nuovi amici, Linda e Tullio si ritrovano tutti insieme in una sequenza ambientata durante la spettacolare celebrazione del Carnevale. Musica, colore, sfarzo, parate, carri, uccelli in picchiata e 50.000 “comparse” umane che riempiono uno stadio. Nel tentativo si salvare Gioiel purtroppo anche Blu viene catturato sotto gli occhi di Linda e trasportato all’aereoporto per essere imbarcato. L’aereo decolla, ma durante il volo Blu riesce ad aprire la propria gabbia e liberare tutti gli uccelli che stavano nella stiva.  Durante il tentativo di fuga però Gioiel si ferisce ad un’ala, cade dall’aereo, ma Blu vincendo la paura di volare si lancia nel vuoto e riesce a salvare la sua amata, imparando che come gli diceva il suo amico Rafael il volo è qualcosa che viene dal cuore e non dalla mente. Blu di colpo si libera di tutte le sue paure e si rende conto di quale sia la sua vera natura. La vita da pappagallo domestico ormai è un ricordo ed il film si chiude con una immagine della nuova famiglia di pennuti blu. Un film sicuramente colorato, piacevole e divertente che riesce a trasmettere anche attraverso le musiche a trasmettere l’atmosfera di Rio e la passione di un popolo per il divertimento e la gioia di vivere.

Tags: , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑