News

Published on giugno 6th, 2014 | by sally

0

The Voice of Italy, il trionfo di Suor Cristina

Happy ending per Suor Cristina, la concorrente più chiacchierata di quest’edizione di “The Voice of Italy”.

La giovanissima suora arrivata dalla provincia di Ragusa piena di grinta e voglia di esibirsi è stata la pupilla di J.Ax (il diavolo e l’acqua santa, come hanno definito in molti la strana accoppiata) e alla fine il 62% dei voti l’ha portata dritta dritta alla vittoria.

Una vittoria praticamente scontata, visto che fin dall’inizio di “The Voice of Italy” non si è parlato d’altro e anche all’estero la notizia è stata piuttosto diffusa. Una suora che canta in un talent? Tutto è possibile e poi, che male c’è? C’erano anche le consorelle a fare il tifo per lei, ma Suor Cristina è stata una sorta di scandalo, tanto per suscitare l’ennesima polemica ed è stata sicuramente un toccasana per gli ascolti.

Suor Cristina

Suor Cristina

I finalisti di “The Voice” sono stati, oltre alla vincitrice, Giorgia Pino del team Noemi, Tommaso Pini per Raffaella Carrà e Giacomo Voli per Piero Pelù. Voci completamente diverse l’una dall’altra e molto particolari, a volte fin troppo!

Adesso Suor Cristina dovrà vivere il successo che deriverà da “The Voice of Italy” dopo aver già trascorso questi mesi perenemmente al centro dell’attenzione, come ha sottolineato ieri sera anche Piero Pelù:

Suor Cristina in questi mesi è stata brava anche a gestire lo stress per tutto quello che di lei è stato detto.

Ma lei, che si aggrappa alla fede, ha superato tutti gli ostacoli e prima di lasciare definitivamente il palco del talent, ha voluto ringraziare e si è concessa pure un “padre nostro”. Di questi tempi forse la vera trasgressione televisiva è questa. Gioia infinita per J.Ax, che ha avuto modo di mostrare la sua adorata Suor Cristina anche alle prese con il suo primo inedito, “Lungo la riva”, scritto da Giovanni Pellino, che tutti conosciamo come Neffa.

Tags: , , , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑