Harry ti presento Sally", con la domandona del secolo: "E' mai pos..." />

Amici di letto: la recensione | CineZapping





Recensioni

Published on ottobre 17th, 2011 | by johnbuckley

0

Amici di letto: la recensione

Amici di letto: la recensione johnbuckley
Voto CineZapping

Summary:

3.75

Film Grandioso


User Rating: 0 (0 votes)

In principio fu “Harry ti presento Sally“, con la domandona del secolo: “E’ mai possibile l’amicizia tra uomo e donna?”. Sappiamo tutti com’è finita in quel film. Adesso lo stesso interrogativo viene posto nel 2011, con alcune varianti “piccanti” che ad Hollywood sembrano apprezzare particolarmente, del tipo, “E’ possibile fare sesso senza complicazioni e rimanere amici?”. Cambiano le domande, ma alla fine della storia, i desideri sono sempre gli stessi, il principe azzurro è un miraggio desiderato, si aspetta la donna che ci cambi la vita, e in una commedia romantica come questa “Amici di letto“, nonostante alcune provocazioni e dialoghi coloriti, si sa già come andrà a finire. E non è detto che sia un male. E poi, come si dice, “L’importante è il percorso, non la meta…”.

Amici di letto

Uscita da una relazione disastrosa, una cacciatrice di teste, Jamie (Mila Kunis) e il suo nuovo cliente, Dylan (Justin Timberlake), divenuto il suo migliore amico, fanno il patto di porre fine al sesso occasionale qualora tra i due dovesse nascere qualcosa. All’inizio il piano funziona ma ben presto i due amici s’innamorano e dovranno rivalutare cosa significano l’uno per l’altra. Scopriranno infatti che la fisicità tra due persone complica sempre tutto. Quello che colpisce fin da subito in questo film sono i dialoghi serrati e gli attori in forma smagliante (tra protagonisti e comprimari); la regia dinamica amplifica la velocità del tutto e l’impressione generale è quella di un film frizzante e molto piacevole, divertente e romantico il punto giusto. Il regista Will Gluck è abilissimo nell’arrivare agilmente ai momenti canonici di questo tipo di film, e affrontarli con leggerezza e tanta ironia. Gluck sta diventando sempre più una conferma; dopo il primo ottimo “Easy Girl” che ha lanciato Emma Stone, (presente in “Amici di letto” in un cameo iniziale), con questo secondo film affina la tecnica e, complice una maggiore esprerienza, confeziona un film divertentissimo, senza cadute di ritmo, piccante il punto giusto, e dai dialoghi scoppiettanti. Niente a che vedere con le lungaggini a volte esasperanti dei film di Judd Apatow, Amici di letto” corre come un treno e non fa mai calare l’attenzione. Con alcuni picchi di divertimento assoluto, mi riferisco in particolare alle scene di sesso. In un altro film sarebbero state coreografate con musica smielata ed esibizione voyeuristica di corpi, qui invece i due protagonisti mentre lo fanno, non smettono un attimo di parlare, stuzzicarsi, confrontarsi. Il risultato è ottenere un effetto divertente, romantico, piccante e un po’ surreale. Questa piccola sorpresa cinematografica nel settore un po’ monotono delle romantic-comedy non sarebbe potuta accadere senza un pugno di attori in forma smagliante: Mila Kunis dimostra doti di attrice brillante fuori dal comune dopo la drammaticità espressa nel “Cigno nero” di Darren Aronofsky. Se continua su questa strada, potrebbe presto diventare l’anti Katherine Heigl (che viene punzecchiata, lei e i suoi film, in una divertente battuta del film); Justin Timberlake è una sorpresa, e come attore sta crescendo. I comprimari sono una garanzia di qualità e battute fulminanti o situazioni commoventi: Woody Harrelson è esilarante nei panni di un cronista sportivo gay; commovente Richard Jenkins che interpreta il padre malato di Dylan e che in poche battute risulta toccante e credibile nel suo rapporto con il figlio; sopra le righe Patricia Clarkson, madre un po’ hippy di Jamie. Divertente per la maggior parte del tempo, commovente e romantico nel finale, “Amici di letto” è un film in grado di soddisfare tutti, uomini e donne, amanti delle commedie “pure” e di quelle sentimentali. E chi non si scioglie nel finale ha un cuore di pietra. Abbiate la pazienza di veder scorrere tutti i titoli di coda per una brevissima scenetta finale, perfetta ciliegina sulla torta. [starreview tpl=16]

Tags: , , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑