Recensioni

Published on ottobre 5th, 2013 | by Elide Messineo

0

Il cacciatore di donne: la recensione

Il cacciatore di donne: la recensione Elide Messineo
Voto CineZapping

Summary: Il cast non è in completa sintonia ma Scott Walker ha il merito di aver affrontato l'argomento con delicatezza, senza speculare sulla morte delle vittime.

2.5

Thriller senza pretese


User Rating: 0 (0 votes)

Robert Christian Hansen è tutt’ora detenuto nel carcere di Seward in Alakska e sta scontando la sua pena per aver violentato e ucciso a coltellate e colpi d’arma da fuoco diciassette donne.

E’ questa la storia che l’esordiente Scott Walker ha deciso di raccontare ne “Il cacciatore di donne“, avvalendosi di un cast almeno sulla carta promettente, composto da Nicolas Cage, John Cusack e Vanessa Hudgens. La storia è ambientata nell’Alaska degli anni ’80 e sebbene nella vicenda reale non sia mai esistito effettivamente, Nicolas Cage incarna un poliziotto, sintesi di tutti coloro che negli anni hanno dato la caccia all’assassino e si avvale dell’aiuto della prostituta Cindy Paulson, unica sopravvissuta alle sevizie di Hansen, che ha collaborato anche alla stesura della sceneggiatura del film.

A interpretare il ruolo scomodo dell’assassino, che viene allo scoperto fin dall’inizio del film, è John Cusack, sempre glaciale, nella sua fuga dalle indagini del poliziotto e al contempo intento a cacciare l’unica sopravvissuta alla sua strage, che ha tenuto per anni l’America con il fiato sospeso.

Il cacciatore di donne

Il cacciatore di donne

Il cacciatore di donne” è un thriller che si sviluppa senza troppe pretese, in atmosfere cupe e fredde, l’ambientazione è favorevole per creare un clima di suspense e tensione ancora più efficace, ma non è sfruttata pienamente da Scott Walker, alla sua opera prima sul grande schermo. L’Alaska ricorda molto le inquietanti vicende di “Insomnia” di Christopher Nolan, ma qui siamo di fronte ad un’opera completamente diversa dove le foreste, le nevi, il freddo e l’oscurità non sono sfruttate a favore del film e nemmeno il cast funziona più di tanto. Non c’è sintonia tra gli attori: Nicolas Cage, ultimamente confinato a prodotti sempre più scadenti, rimane uno degli attori più inespressivi di sempre e inspiegabilmente tra i più richiesti di Hollywood; lo stesso discorso vale per Vanessa Hudgens. Se fra tutte questa è la sua prova migliore, dopo “Sucker Punch” e “Spring Breakers“, per la giovane stellina di “High School Musical” c’è ancora tanta strada da fare per migliorare nella recitazione, ne “Il cacciatore di donne” non risulta ancora del tutto credibile ma forse all’interno del trio è quella che convince più di tutti. Nel suo intento di voler impersonare un killer freddo e spietato, John Cusack è caduto nella trappola dell’inespressività, forse eccessivamente influenzato dagli altri due colleghi, giocandosi malamente la carta dell’attore capace e perdendo così un punto di credibilità.

Nel complesso “Il cacciatore di donne” non è un film pessimo, è sicuramente godibile, ma da perfezionare sotto molteplici aspetti. Nota positiva il finale, con i titoli di coda, commoventi, dedicati alle vittime di questa strage orribile e insensata. Il merito di Scott Walker è quello di aver affrontato questa storia senza troppe speculazioni, entrando nei fatti con delicatezza, senza distruggere la memoria delle vittime e di chi ancora soffre per la loro mancanza.

 

Vi lasciamo al trailer e ad alcune clip dal film, buona visione!

Trailer

Clip 01

Clip 02

Clip 04

Tags: , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑