Be..." />

Beastly: la recensione | CineZapping





Recensioni

Published on Maggio 12th, 2011 | by sally

11

Beastly: la recensione

Beastly: la recensione sally
Voto CineZapping

Summary: Nessuna scena che possa stupire, tutto fila, piatto e noioso, senza colpi di scena, senza dialoghi eclatanti, senza invogliare lo spettatore a proseguire nella visione, sfociando addirittura nel ridicolo.

1.5

Film Pessimo


User Rating: 0 (0 votes)

Se non siete andati a vederlo, siete ancora in tempo per salvarvi: non andate a guardare “Beastly“, a meno che non abbiate 11 anni e non siate emo. Un giorno Daniel Barnz, regista di “Phoebe in Wonderland”, ha deciso di sperperare diciassette milioni di dollari in un’opera che non sarebbe piaciuta a nessuno, ed ecco che è venuto fuori “Beastly”.

Si tratta della rivisitazione in chiave moderna della fiaba de “La bella e la bestia“, in cui ad interpretare la bestia troviamo Alex Pettyfer, già deludente nella performance in “Sono il numero quattro“, affiancato da Vanessa Hudgens, a sua volta deludente in “Sucker Punch” e rimasta intrappolata ai tempi di “High School Musical“.

Kyle (Alex Pettyfer) è un giovane newyorchese che pensa che la bellezza stia alla base di ogni cosa. Se ne va in giro con la sua chioma bionda e la sua aria arrogante, dimostrando di essere capace di una cattiveria imbarazzante. Quando si scontrerà con la “strega della scuola”, Kendra (Mary-Kate Olsen), però, se la vedrà parecchio male. Il suo modo di fare verrà punito e per far sì che Kyle capisca che il mondo non ruota attorno alle apparenze, lo trasformerà per un anno in una figura mostruosa, tanto che Kyle non si farà più vedere, per paura di inorridire gli altri ed essere rifiutato. Kyle, però, conosce Lindy (Vanessa Hudgens), ragazza semplice, che si ritrova nella scuola grazie ad una borsa di studio e che sogna di andare a Machu Picchu, l’unica che riesca a vedere in lui qualcosa di buono.

Improvvisamente, però, Kyle sparisce, ma Lindy riesce a mettere da parte il suo ricordo, un incontro durato pochi istanti, grazie ad una nuova presenza, un ragazzo che vuole proteggerla e la porta via dai suoi problemi. I due vivono rinchiusi in una bellissima casa, in compagnia di un professore cieco (Neil Patrick Harris) e la governante Zola (Linda Gay Hamilton), che sogna di tornare a casa dai suoi figli. Grazie al terribile incantesimo, Kyle riuscirà a comprendere che la vera bellezza non sta in superficie e cercherà in tutti i modi di conquistare la romantica Lindy, che non si preoccupa minimamente delle cose materiali, ma guarda dentro le persone che si trova davanti. Il lieto fine è inevitabile: allo scadere dell’incantesimo, arriverà la fatidica dichiarazione d’amore, che legherà Kyle e Lindy per sempre.

Una super casa ultra-lusso di New York si trasforma nel castello in cui vent’anni fa, per la Walt Disney, Bella viene imprigionata dalla bestia. La rivisitazione in chiave moderna della fiaba fa sì che i social network facciano la loro parte, mentre la presenza di un insegnante cieco va a sostituire l’indispensabile Lumiére, affiancato dalla governante che va a ricoprire la figura di Mrs. Brick, se vogliamo tornare ai paragoni con uno dei classici più amati dai bambini. Ma, somiglianze a parte, della bellezza della fiaba originale, “Beastly” non conserva davvero nulla.

Alex Pettyfer si rivela ancora una volta poco adatto al mondo del cinema, rigido e legnoso, non riesce ad immedesimarsi nel ruolo di Kyle. Lo stesso si può dire di Vanessa Hudgens, che rimane quasi una figura secondaria, rimpicciolita dall’ego spropositato del protagonista. L’unica nota semi-positiva potrebbe essere la presenza di Neil Patrick-Harris, cieco poco credibile ma quantomeno dotato di qualche battuta che risolleva l’umore della pellicola.

La sceneggiatura, difatti, è opera dello stesso Daniel Barnz e scorre lenta proprio come la pellicola: nessuna scena che possa stupire, tutto fila, piatto e noioso, senza colpi di scena, senza dialoghi eclatanti, senza invogliare lo spettatore a proseguire nella visione. Qualche volta, in realtà, il film sfocia addirittura nel ridicolo. Per esempio, prendiamo in considerazione le apparizioni di Mary-Kate Olsen, addobbata come la Lady Gaga di turno che più che cattiva, sembra pronta per essere rinchiusa in un manicomio ed il sorriso beffardo che dovrebbe sfoggiare, bisogna immaginarselo con un ampio sforzo. Non parliamo poi dei dialoghi, che meritano una bella X rossa sopra. Film assolutamente da bocciare, uno dei peggiori che Hollywood abbia potuto sfornare negli ultimi tempi. I motivi dei continui rinvii ormai sono chiari, peccato che non sia saltata completamente la release!

 

Tags: , , ,


About the Author



11 Responses to Beastly: la recensione

  1. Lalla says:

    Ma vai a lavorare va! Di cinema non capisci proprio un emerito cavolo, oppure hai una grave malattia, ma ci vedi o cosa? Quel film è bellissimo, migliori di molti altri che sono usciti negli ultimi tempi, va a recensire i vestitini di Barbie anzi che criticare attori che peraltro sono bravissimi e che sicuramente fanno più bella figura della tua…finto moralista che si crede l’intelligente di turno! -.- Bah…

  2. Fabio says:

    Io non ho ancora capito se vi volete fingere “adulti” e “persone mature” parlando male di film che sono ambientati al liceo o è la presenza di una star della Disney che vi fa odiare tutti i film per adolescenti…Cioè insomma ci sono 2 possibilità: o hai le caratteristiche citate sopra, o sei un 40enne che si emoziona solo con i film di Richard Gere (rimanendo in tema romantico ovviamente). Ti chiedo solo un favore, potresti citarmi un film romantico che secondo te è bello?…no perché se dici che questo è noioso e che “non invoglia lo spettatore a proseguire nella visione” io veramente non riesco a intuire che film ti possa piacere…voglio sperare che non sei un fan dei film romantici (neanche io lo sono eh), ma questo sarebbe comunque grave perché se fosse così non dovresti recensire Beastly…bah…forse mi ripeto ma ogni volta che leggo commenti e “”””recensioni””” del genere aumenta sempre di più la mia convinzione che volete fare i fighi e i “profondi” criticando i film da adolescenti…se non è così mi scuso ma comunque è uno dei motivi che ho citato, stando anche al fatto che dici che è “uno dei peggiori film sfornati da Hollywood negli ultimi anni”, ciò dimostra che molti di quelli come te al cinema ci vanno si e no una volta ogni 6 mesi…..BRAVI!
    P.S: La recensione dei videogame potrebbe essere un’alternativa, pensaci!

    • sally says:

      e @Lalla: siete i soliti fan intolleranti nei confronti di chi non la pensa come voi. Oggettivamente Barnz avrebbe potuto costruire una bellissima storia, ma non ha saputo sceneggiare nè creare una trama che, ripeto, sappia intrattenere lo spettatore. Essere fan degli attori, poi, è tutt’altra cosa. Non significa in automatico che un film dove ci siano loro, sia necessariamente bello. Non sono un’appassionata di film romantici, ma caro Fabio se vuoi qualche esempio, ti cito “Harry ti presento Sally” e “Serendipity” piuttosto che i film di Garry Marshall (vedi Pretty Woman, Se Scappi ti sposo) e non perché ci sia Richard Gere. Semplicemente perché, al contrario di “Beastly” contengono battute divertenti e brillanti, sono più dinamici e rimangono impressi. Nessuno vuol fare il figo, sono stata abbastanza umile da non scartare il film a priori e l’ho guardato, poi se il tuo parere non è uguale al mio, ce ne faremo tutti una ragione e cercheremo di sopravvivere.

  3. delusa says:

    Secondo me poteva essere un gran film, invece ha deluso tutti noi veri fan.

  4. Fabio says:

    @sally
    Ma non c’entra niente essere fan degli attori: a me piace Vanessa ma il film mi è piaciuto a priori, e mi piace anche N.P. Harris, ma non c’entra niente. Il fatto che mi fa rabbia è che quando parlate male (parlo in generale) di film cosi si ha a che fare quasi sempre con film fatti apposta per adolescenti, e ancor di più quando vi sono presenti star che piacciono solo ai giovanissimi (ho 18 anni); per lo meno la maggior parte si fa condizionare da questo. C’è chi ha più o meno la mia età e vuole fare il “maturo” dicendo che questi film sono da bambini, e c’è chi è un po più grande (come te immagino) a cui non fanno più effetto film del genere e cercano qualcosa di più “profondo”…Posso anche capirlo questo, io con il mio commento non cercavo certo di farti cambiare idea sul film e mi dispiace se hai pensato male, cercavo solo di farti capire che la tua non è una recensione. “Se non siete andati a vederlo, siete ancora in tempo per salvarvi: non andate a guardare “Beastly“, a meno che non abbiate 11 anni e non siate emo”. Che vuol dire scusa? Il tuo deve essere un commento, o anche una critica, non una propaganda contro il film!…e poi che c’entrano gli emo?. Non dico certo che dovete parlare bene del film anche se non vi piace, ci mancherebbe, ma almeno cercate di essere obiettivi: dire che è uno dei peggiori film degli ultimi anni è un tantino esagerato, considerato il letame che c’è oggi ad Hollywood. Io non penso certo che sia un grande film, ma a parlarne male proprio non ce ne vedo il motivo… Poi se vi aspettavate un film più “serio” è ovvio che siete rimasti delusi, è un film per ADOLESCENTI!

    • sally says:

      Fabio, io non sono molto più grande, ma i film per adolescenti non mi piacevano nemmeno quando ero adolescente. Non mi aspettavo un film serio, mi aspettavo un film degno di tale nome. Ripeto, la storia e il cast avrebbero potuto incuriosire e rendere meglio l’operato, il problema sta tutto in Daniel Barnz, che ci vuoi fare? La mia non è propaganda, ho esordito con una battuta che rendesse l’idea di quanto ho apprezzato il lavoro :)
      Gli emo li cita lo stesso Neil Patrick Harris riferendosi alla Olsen, ripeto, era una battuta.

  5. leonardo says:

    E’ veramente uno dei peggiori film che ho avuto il dispiacere di vedere…a confronto twilight e’ un colossal da oscar.

    una trama impossibile e stupida, accadono cose che non vengono spiegate, solamente per giustificare lo svolgimento piatto del film.PATETICO!!

    ma come si fa?? sembra scritto da un minorato mentale.

  6. Mark says:

    La bestia, mah non è come è stata descritta nel libro…Carino ma non il massimo, dovevano seguire di più quello che ha scritto l’autore del romanzo…almeno in Twilight bene o male hanno fatto del loro meglio per non sfuggire niente

  7. alice says:

    dite quello che voltete…..ma a me è piaciuto un sacco…e non solo a me!!

  8. nessuno says:

    A mio parere è migliore il libro,ma se devo essere sincera il film mi è piaciuto ugualmente anche se non segue esattamente tutti i dettagli del libro.Ovviamente è stato un successo perchè c’ erano attori che attirano molto gli adolescenti,del resto è questo ciò che piace ai ragazzi d’ oggi ;)

  9. sA says:

    Ciao, ho visto il film ieri .. Posso dare il mio parere estremamente soggettivo e nel rispetto di tutti … Questo non è un film … Una trama assurda, zero colpi di scena , attori mediocri. Il film non ha ne capo ne coda … Più che al cinema potevano mandarlo al massimo su Disney Channel per qualche tredicenne… Se film di questo tipo arrivano ad Hollywood, mi sa tanto che mi conviene prendere carta e penna , scrivere una sceneggiatura. Probabilmente diventerei milionario ;)

Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑