Recensioni

Published on novembre 16th, 2011 | by alessandro ludovisi

55

Breaking Dawn – Parte 1: La Recensione

Breaking Dawn – Parte 1: La Recensione alessandro ludovisi
Voto CineZapping

Summary:

1.7

Film Pessimo


User Rating: 0 (0 votes)

Abbiamo visto per voi in anteprima “Twilight:Breaking Dawn – Parte 1”, eccovi la nostra recensione.

Gli inizi

“Breaking Dawn – Parte 1”, ma vi ricordate come tutto ebbe inizio? Bella che arriva alla scuola e vede il più “figo” di tutti, lui la seduce con i suoi occhi verdi (colpa del neon si giustificava) e poi le salva la vita colpendo e fermando una vettura lanciata a folle velocità verso la ragazza. I primi venti minuti del primo “Twilight”, adattamento cinematografico del libro di Stephenie Meyer, sono di grande aiuto perché indirizzano lo spettatore su cosa dovrà sorbirsi negli anni a venire. Eppure, per i coraggiosi e temerari  Twilighters poco importava che gli attori sembrava fossero usciti da una scuola di recitazione – trovata chiusa – . Troppo forte l’amore e, tra vampiri e lupi mannari, i due protagonisti finalmente convolano a nozze.

Oggi

Edward e Bella decidono di sposarsi (Jacob non la prenderà benissimo) e si regalano una luna di miele da sogno. Edward è quanto di più sexy e intrigante si può permettere una donna, oltretutto, scopriamo come sia anche un cavaliere (prende in braccio Bella sull’uscio di casa come un perfetto marito) ma al momento giusto sa trasformarsi. No, non intendiamo in vampiro, ma in un tenero amante, o almeno ci prova. La prima notte di nozze è travolgente ma, e non  sappiamo se è realmente colpa della censura, si manifesta in scena prendendo le sembianze di quelle classiche telenovele sudamericane in cui i protagonisti si lanciano in sguardi infiniti, condendo il tutto con dialoghi pressapochisti. L’inizio di Twilight è un incubo, ma per noi spettatori, costretti ad assistere alla fiera dell’ovvio a situazioni paradossali con una storia che fatica ad entrare nel vivo. Certo, Bella rappresenta la più classica delle eroine: è bella, coraggiosa e dopo essersi fatta travolgere dalla passione non si tira indietro davanti alle conseguenze. Allora il bambino va tenuto e la ragazza lotterà per tutto il film (sì proprio tutto) con il frutto del suo amore per Edward in grembo, nonostante la gravidanza – non quella classica da nove mesi-  potrebbe ucciderla.

Robert Pattinson e Kristen Stewart

Giudizio sul film

Il film non decolla mai nonostante dietro la cinepresa ci sia Bill Condon (“Dreamgirls”), perché la saga sembra quasi aver preso vita mostrandosi sempre più stanca alla pari della esausta Bella. Aspettando il colpo di scena, manco fosse Godot, facciamo fatica a capire perché, ancora e arrivati al quarto episodio, il vero leitmotiv del film debba essere sempre e solo lo sguardo di Pattinson. Sì begli occhi, per carità, gran fisico, elegantemente vestito fa la sua figura ma anche lui appare provato, forse cosciente che il suo personaggio debba entrare in una fase più matura, che comunque non raggiungerà. Almeno in parte 1. Perché come ogni buona telenevola ci insegna, il colpo di scena è dietro l’angolo.

Pattinson, Lautner e Stewart alla première del film

I mezzi per realizzare un film epico certamente non mancavano: la saga di “Twilight” offre spunti interessanti che spaziano dal fantasy, al gotico, all’horror e anche il budget economico a disposizione non era certo dei più risicati. Anche la scelta del regista ci aveva lasciato ottimisti: come potrà mai Bill Condon (che, oltretutto è anche uno stimato sceneggiatore) fare peggio dei suoi predecessori? Eppure ci prova mettendosi in competizione con il newyorkese Chris Weitz che in New Moon era riuscito nella non facile  impresa di girare 130 minuti in stile videoclip di Mtv, smielato, che ben poco si addice a una saga su vampiri e lupi mannari. Anche in “Breaking Dawn” lo spettatore è costretto a un notevole sforzo mentale, ingabbiato da una serie infinita di dialoghi al limite del comico, involontario. Il rischio è di trovarsi in una sala cinematografica, e non ve lo consigliamo, a dover trattenere le risate mentre, invece, il vicino accanto a voi si lascia andare a grondanti lacrime. Le stesse che verserete voi una volta finito il film, ragionando sul prezzo del biglietto.

Passiamo alle noti “veramente” dolenti: il cast,  con Robert Pattinson che ci concede una monoespressività continua, alla Derek Zoolander quando è impegnato nello “sguardo magnum”, dimostrando di non essere cresciuto, come del resto il suo personaggio. Lo affiancano una Kristen Stewart “sofferente” e un Taylor Lautner improponibile (ma lo avevamo già capito dalla prima apparizione con quei lunghi capelli sulle spalle). Oltretutto tutti e tre non aggiungono nulla alla “Twilight Saga”, come se il tempo si fosse, inesorabile, fermato al primo capitolo che possiamo ora rivalutare poiché almeno, esclusi i primi venti minuti, si presentava come una commedia adolescenziale con spunti interessanti come la presentazione  del mondo dei vampiri.

Una occasione, l’ennesima, persa. Ci avevano promesso una saga fantasy horror ci hanno, invece, regalato (e ancora ne manca uno) un lungo interminabile viaggio che spazia dal trash al sentimentale esasperato. Progettato male, scritto peggio ma recitato nel modo corretto per fare incetta di premi. Ovviamente, parliamo dei Razzie Awards.

[starreview tpl=16]

Tags: , , , , ,


About the Author



55 Responses to Breaking Dawn – Parte 1: La Recensione

  1. Simona says:

    Scusami ma che saga hai visto!? A questo punto mi chiedo addirittura se tu l’abbia davvero vista!!!

    • alessandro says:

      Si, purtroppo l’ho vista, dall’inizio alla fine e ritengo che gli unici spunti interessanti provengano dal primo episodio. Ma non è una recensione per partito preso anche perché non partivo prevenuto ma fiducioso, soprattutto per la scelta del regista

  2. Giada says:

    Io penso che sia un bellissimo film, certo la prima parte molto noiosa ma per noi fans di Twilight ogni dettaglio doveva essere ripreso.
    Ho letto il libro 12 volte, conosco tutti i dialoghi, le scene i personaggi e pure avevo il fiato in sospeso in ogni scena, per la prima volta sentiamo i pensieri dei lupi, riusciamo a vedere altri punti di vista grazie a Bill Condon.
    Mi aspettavo di vedere il dialogo tra Rosalie e Jacob e si è vero, Robert poteva recitare meglio cosi come Jacob, ma nel complesso è un buon film!
    Non è esattamente fedele al libro ma un buon 85 percento c’è e vedere il vestito di Bella, vedere la stessa scrittrice tra gli invitati al matrimonio, sentire i lupi, vedere il parto di Bella e cosi anche la trasformazione è stato entusiasmante, è un misto tra lacrime, risate e un pizzico di suspance che non guasta mai, una ricetta davvero gustosa se si vuol vedere la prima parte della fine di una storia d’amore che non finirà mai.

    • alessandro says:

      Grazie del commento, che non condivido, ma che comunque ritengo sia la dimostrazione che il mondo è bello perché vario e mai “frase fatta” mi è sembrata più adatta. Sono contento per te che il film ti sia piaciuto. Grazie di aver espresso la tua opinione e tornaci a trovare presto. Ritengo, comunque che alcune emozioni che regala il film a chi è fan dei libri, soprattutto, siano ampiamente giustificate. Ognuno di noi ha i suoi gusti e quando segui costantemente una storia che si avvicina alla fine e che si svela in tutti i suoi particolari, difficilmente riesci a trattenerti. Personalmente, ripeto, personalmente non ritengo la saga all’altezza e partendo dall’idea di partenza si poteva sviluppare tutto in maniera più credibile e avvincente. Soprattutto i protagonisti, arrivati al quarto capitolo, avrebbero dovuto mostrare una maturazione che invece non traspare.
      A presto

  3. Sidonia says:

    Non riesco a giudicare se si tratti di una critica sincera o di un premeditato sabotaggio per partito preso, ma sono tutt’altro che una ragazzina e ho trovato questo episodio ben fatto e molto emozionante, sempre che per i giovani d’oggi il sentimento e l’emozione abbiano ancora un nobile valore e non siano divenuto semplicemente motivo di debolezza o derisione!

    • alessandro says:

      No perché sabotaggio? figurati, non penso che possa essere io l’ago della bilancia da cui dipende il futuro del film. Non ritengo, poi, che per amare il film si debba essere una “ragazzina”. Non mi permetterei, anche perché ogni film ha i suoi più o meno numerosi fan. Emozionarsi, non è un motivo di derisione, perché dovrebbe esserlo? Ci tengo a precisare che qui non si critica Robert Pattinson perché è bello e piace alle ragazzine. Qui si critica lui o Lautner o la Stewart per come recitano, secondo me sotto le aspettative. Mi aspettavo che con questi due episodi finali (aspettiamo il secondo) la saga decollasse perché comunque i protagonisti hanno condiviso esperienze diverse dal punto di vista lavorativo che avrebbero dovuto, teoricamente arricchirli. Se te ritieni la prestazione offerta dai membri del cast all’altezza, sono felice perché non sei rimasta delusa. E stai sicura che se in parte 2 ci fossero spunti interessanti sarei il primo a farlo notare.
      Ti saluto e ogni tanto vieni a trovarci sul sito! Qui lasciamo a tutti la possibilità di esprimere la propria opinione, non è forse questo il bello? Per ogni persona che critica il film ce ne sarà una che lo esalta.

  4. Luciano says:

    Ho letto tutta la serie di Twiilight, spinoff compresi, e mi è piaciuta moltissimo.
    Condivido in parte i pensieri di Alessandro. A mio avviso, ad esclusione di eclipse, tutti i film sono di una lentezza impressionante (questo è per i registi).
    In merito al cast, considero gli interpreti dei personaggi principali non all’altezza dei comprimari.
    Non ho ancora visto l’ultimo, appena l’avro fatto mi esprimerò in merito.

    Ciao

  5. Debora says:

    Personalmente preferisco i libri ai vari film di Twilight….o sempre avuto l’impressione di film troppo buonisti e adolescenziali, mancano d’azione cruenta…di sangue……dovrebbero parlare di vampiri……..ma i vampiri descritti in twilght sia nei libri che nei film sono inverosimili…….qui le critiche arrivate da Anne Rice mi sembrano giustissime…….molto meglio allora serie tv come True Blood o The Vampire Diaries….!!!

    • alessandro says:

      Una opinione, la tua, ampiamente condivisibile. Gli adattamenti si sono rivelati troppo leggeri e a volte non conta quanto sia fedele all’originale ma come viene messa in scena la storia.
      Grazie del commento
      A presto

  6. barbara says:

    Purtroppo sono d’accordo con Alessandro. Amo molto i libri (anche se anche in quelli esistono parti noiose e, a mio avviso, inutili all’economia della storia) e sono assolutamente sedotta dalla monoespressione di Robert Pattinson. Il film è montato in una maniera davvero deludente, non traspare l’elettricità del primo film tra i due personaggi che sono davvero stanchi. Capisco la difesa ad oltranza del film da parte delle “tifose più giovani” ma, purtroppo per noi tutte, il film è davvero brutto. Vorrei sottolineare che lo dice una donna, quarantenne, che ha acquistato tutti i libri e i dvd della Saga. Poteva essere realizzato un film straordinario anche per colonna sonora. Ci speravo.

    • alessandro says:

      Importante il tuo commento e lo apprezzo davvero. Da “amante della saga” come mi sembra tu sia hai forse potuto cogliere il significato del mio pensiero. C’è quasi una forzatura di fondo, una stanchezza
      evidente. Comunque, ti assicuro, che nei mesi precedenti all’uscita ho detto a tutti: “vedrete questo sarà bello”, il regista farà bene e invece mi sono dovuto ricredere… Un peccato, perché “il materiale” per portare sugli schermi una storia epica è notevole

  7. alessandra says:

    Ora, io sono una fan della saga e avevo molte aspettative sul film, visto il bellissimo libro. E devo dire che sono state tutte soddisfatte. Io non so che film tu abbia visto ma rende PERFETTAMENTE quello che il libro ha proposto. E gli attori sono cresciuti eccome! L’interpretazione di Kristen è superba, l’ansia pre-matrimonio descritta nel libro la propone tutta e la sua sofferenza per la scelta di tenere la bambina anche. Jacob a mio parere anche è cresciuto parecchio e rispecchia benissimo quello che la Meyer ha scritto.
    Per quanto riguarda Edward è ovviamente statico ma così era richiesto dal libro. Chi lo ha letto sa infatti che dal momento in cui apprende della gravidanza fino alla morte di Bella lui rimane in uno stato di incredulità e avversione per quello che Bella porta in grembo.
    Io adoro il primo film della saga, ma questo davvero mi è piaciuto tantissimo ed è quello che pensa la maggior parte dei fan.

    • alessandro says:

      Ciao Alessandra, bel nome:)
      Sono contento se per te le aspettative sono state soddisfatte! Meglio così no? Io però analizzo il film dal mio punto di vista e quello che ho scritto è solo il mio pensiero.
      Una goccia nell’oceano dei pensieri
      Torna a trovarci e grazie di aver commentato il film esprimendo i tuoi sentimenti riguardo al film
      Grazie, a presto
      Alessandro

  8. Alessandro Cutrona says:

    Alessandro, concordo in toto con te! “Una occasione, l’ennesima, persa. Ci avevano promesso una saga fantasy horror ci hanno, invece, regalato (e ancora ne manca uno) un lungo interminabile viaggio che spazia dal trash al sentimentale esasperato. Progettato male, scritto peggio ma recitato nel modo corretto per fare incetta di premi. Ovviamente, parliamo dei Razzie Awards.”
    E’ vero!!!! Ho letto i libri, collezionato i dvd, ma proprio in questo ennesimo capitolo mi aspettavo qualcosa di decisamente “superiore” qualità, pathos, emozione; cose che purtroppo “gravemente” non ci sono state!!! interpretazioni pessime, quelle di Pattinson; Bella beh, anche lei poteva fare di più; un altro parere ancora, un COMICO (stile) HORROR mal riuscito.
    Circa 3/50 stelle su 10!

    • alessandro says:

      Grazie del commento Alessandro.
      Penso che tutti ci aspettassimo qualcosa di meglio. Dai arrivi al termine, dividi il film in due e poi?
      Peccato
      Grazie di aver esposto il tuo pensiero, che condivido,
      Torna a trovarci, Alessandro

  9. Stefano says:

    Ciao Alessandro,
    i tuoi commenti al film, che condivido solo in parte, sono interessanti e mi spingono a dire la mia, seppur in punta di piedi.
    Come premessa dirò solo che anche io appartengo alla schiera minoritaria di ammiratori “maturi” del mondo di Twilight, una passione che condivido con i miei figli adolescenti.
    Sono d’accordo con te per quanto riguarda le notevoli opportunità aperte dal primo film della serie, in parte disattese dagli episodi seguenti. In effetti il primo romanzo, che ha fatto scattare il mio interesse verso questa curiosa storia romantico/gotica, apriva grandi possibilità per approfondire temi importanti da un’angolazione originale ed accattivante: il rapporto adolescenti – adulti, i grandi valori trainanti a tutte le età (amore, passione, fedeltà, amicizia), il rispetto per la natura e gli esseri viventi (indipendentemente dalla specie cui appartengono), infine, finalmente, il riaffermare l’importanza di personaggi positivi, per quanto combattuti (Carlisle, Edward, lo stesso Jacob specialmente nei due capitoli finali della serie). Ed il successo di romanzi e film,tra giovani ed adulti,testimonia che esempi positivi ed eroi sono ancora figure che affascinano, anche tra quegli adolescenti che i media ci dipingono come vuoti e smarriti.
    Probabilmente gli autori dei film venuti dopo Twilight non hanno saputo puntare su questi aspetti senza riuscire a presentarli con efficacia.
    A rischio di essere banale, trovo che i romanzi della Mayer ci riescano meglio, sviluppando temi e personaggi introdotti dal primo romanzo in un crescendo trascinante. La mia valutazione del film si basa molto su un confronto con il romanzo (in lingua originale) da cui è tratto. Non sono un critico cinematografico, solo un lettore appassionato di cinema.
    Ho visto Breaking Dawn ieri, trovo che sia di livello pari ai due film che lo hanno preceduto: inferiore a Twilight ma sempre interessante e coinvolgente, quantomeno per i fans dei romanzi.
    Bisogna tener presente che la prima parte del romanzo originale è certamente la meno spettacolare, più lenta, introspettiva e priva di grandi spunti adatti alla cinematografia pertanto, inevitabilmente, anche il film “non decolla mai” come dici tu. Le cose dovrebbero risultare più facili, per il regista, con la seconda parte del romanzo: vedremo come avrà saputo metterla sullo schermo.
    Sulla mancata crescita dei personaggi che lamenti, forse dimentichi che stiamo parlando di vampiri e licantropi un po’ atipici rispetto ai canovacci della cinematografia: la Meyer li ha voluti immortali congelati per sempre in una condizione immutabile, pertanto senza evoluzioni per contratto, proprio perchè per loro “il tempo si è fermato” (ti cito ancora).
    “Kristen Stewart sofferente”, inoltre, è proprio ciò che nel romanzo occupa tutta la prima parte: sofferenza fisica, sofferenza per le sue scelte estreme (ancora una volta). In questo non mi pare proprio che la Stewart pecchi in qualcosa: mette in scena esattamente il personaggio del romanzo.
    Lo stesso vale, secondo me, per Pattinson.
    Ci sono, in effetti, alcuni dialoghi non riusciti tra Lautner con i lupi neoassunti nel suo branco: vittime di una sceneggiatura con battute un po’ vuote e banali, che non funziona tanto e fa tanto film di serie B. Ma sono episodi limitati.
    Per contro Lautner riesce bene a rendere la parte positiva del suo personaggio, il sacrificio, quel mettere da parte tutti i torti subiti in passato per il bene della neonata e delle persone che continua ad amare, nonostante tutto.
    Dunque alla prossima puntata e grazie per i tuoi spunti.

    • alessandro says:

      No, grazie a te per aver espresso “dettagliatamente” il tuo punto di vista. Grazie ad utenti come te che stimolano la conversazione è tutto più semplice.
      Anche io ritengo i libri di qualità superiore (ma spesso negli adattamenti il film perde), vero anche che gli attori hanno un copione dove è difficile poter dire di più. Sicuramente le colpe vanno divise e non sono solo di Pattinson Lautner e la Stewart, che definisco “sofferente” in modo ironico, prendendo ad esempio il suo ruolo in questo ultimo capitolo e mettendolo a confronto con le sue interpretazioni nella saga, in generale. Forse proprio lei aveva “il compito” più semplice, rispetto agli altri due co-protagonisti. Eppure non è riuscita a convincermi. Ho come la sensazione che gli attori siano stanchi e aspettino la fine della saga come una liberazione. Indubbiamente, il loro successo sarà sempre legato alla Twilight Saga, ma il rischio è di restare imbottigliati ad oltranza nel personaggio. Questa loro paura secondo me è evidente e traspare anche nel film. Ad esempio sono curioso di vedere Robert alle prese con un personaggio che amo: Bel Ami. Spero che possa dimostrare il suo valore
      Grazie del commento
      Torna a trovarci
      A presto

  10. Rory27 says:

    Ciao! Io ho letto prima tutti i libri e li ho trovati molto romantici (e ogni tanto fa bene ritagliarsi un piccolo angolo di sogno!! ) e soprattutto improntati sui dialoghi e alcuni personaggi sono veramente caratterizzati bene con una contestualizzazione anche rispetto al loro passato molto più credibile, nei libri non ci sono descrizioni di battaglie, la Meyer è molto brava a creare attesa ma poi liquida in tre righe una battaglia 8come eclipse) che avrebbe potuto essere epica tra la’lleanza lincatropi/cullen e nuovi vampiri…cmq venendo ai film, salvo Twilight ed Eclipse, anche il libro New Moon è stato molto noioso tra i 4.
    Ieri sono andata a vedere BD – parte I ed è vero nella prima ora e mezza si ride involontariamente, i dialoghi sono sterili e gli attori non trasmettono nulla di più di sorrisini e occhionate. Il fim comincia a dare segni di vita quando Bella torna a casa gravida, il regista aveva un bel pò di materiale da sfruttare: tra ribellioni tra lupi, scontro lupi/vampiri scontro Edward/Jacob….la scena del parto e della rinascita di Bella hanno dato quel guizzo che ha giustificato 8 euro di biglietto!! Ribadisco però che come sempre i libri sono tutt’altra cosa!!

    • alessandro says:

      Ciao Rory sei tra le tante a preferire le opere della Meyer rispetto alle produzioni cinematografiche. Un motivo ci sarà, nonostante alcune difese ad oltranza che devo sentire e leggere.
      Grazie di averci lasciato il tuo punto di vista! A presto

  11. Sely-chan says:

    Caro Alessandro, ho letto tutti i libri della saga, e devo dire che mi hanno entusiasmato molto. così come il primo film. Poi c’è stata un spirale discedente cinematografica culminata in quest’ultimo lungometraggio….e il tuo articolo ha praticamente ricalcato dal primo all’ultimo i miei commenti! Nonostante ci fossero tutte le premesse (nonché le risorse!) e nonostante la grande anticipazione (e le mie speranze), Breaking Dawn è stato una delusione. E mi dispiace, perché da buona “Twilighter”, mi aspettavo, non dico un colossal, ma almeno un buon film, meritevole di tutte le aspettative, i trailer, le foto e gli sneak peek che hanno “torturato” la mia attesa. E meritevole del costo del biglietto e di una delle mie sporadiche serate al cinema. Confermo inoltre che ieri sera in sala volavano più battute e risatine che esternazioni di coinvolgimento: serata divertente, dopotutto. Comunque, questa débâcle cinematografica non mi tratterà di certo dalla visione del capitolo finale il prossimo anno :D A bientôt :)

    • alessandro says:

      Si, anche io vedrà l’ultimo episodio della saga.
      Quando una scena provoca due sentimenti opposti tra spettatori diversi non è mai positivo.
      Torna a trovarci e grazie del commento
      Saluti

  12. rosanna says:

    ma li avete letti i libri? se non conoscete il mondo twilight, perchè andate a vedere il film e poi sparate addosso come se foste i critici più affidabili, ma andate a farvi una passeggiata. il film è bellissimo ed è molto attinente ai libri . per me è stato bellissimo ed oggi rivado a vederlo.

    • alessandro says:

      A me invece sembra che proprio tu spari addosso, o no? Non sono certo un critico affidabile ma credo che la mia opinione debba essere rispettata così come io faccio con la tua. Cerca di fare come gli altri visitatori che esprimono le loro idee dando vita a un dialogo costruttivo. Fare una passeggiata? lo farò sicuramente anche perché la forma fisica è importante, pensa, alcuni ci hanno costruito la loro fortuna cinematografica nonostante poi siano espressivi come un dalmata (senza offesa per i simpatici cagnolini che comunque al cinema non hanno “deluso”). Che sia attinente ai libri non significa nulla. O meglio, fammi spiegare: è importante restare fedeli al libro ma poi devi letteralmente “trasportare” le parole sullo schermo e in quel caso contano anche altre qualità, come un cast all’altezza….
      Lo andrai a rivedere? Meglio così anche per i produttori, sceneggiatori, attori ecc ecc che saranno felici di poter fare anche centocinquanta film perché molti fan non “riescono” mai a criticare obiettivamente. Possibile che sia tutto bello e tutto perfetto?? Il vero fan deve essere critico, spronando così gli autori a fare sempre meglio.
      Grazie di aver commentato e seguirò il tuo consiglio: andrò a farmi una bella passeggiata rilassante. Salutami gli attori del film, che ora, starai vedendo…

  13. Sissa71 says:

    Come tutte le saghe si parte da un primo episodio entusiasmante per passare ai successivi mano a mano più deludenti.
    Sarà che ho letto e riletto i lebri e mi sono innamorata delle descrizioni degli luoghi delle persone e dei sentimenti.
    Il film non ha assolutamente esaurito le mie aspettative. Mi è sembrato un trailer di due ore.
    Un film che, come qualcuno ha correttamente scritto, non decolla mai!!!!!
    Delle espressioni spente o meglo finte. Sembra assurdo parlare di finzione in un film ma non sono riuscita, per quanto adori BELLA a catturare sentimento e passione. Anche la scena della loro prima notte mi ha fatto ridere perchè è stata penosa come è stata girata
    Sembra un film girato per obbligo e non per il desiderio di mettere sul grande schermo una saga letteraria appassionante e coinvolgente.
    Sicuramente lo riguarderò … infinite volte come gli altri episodi ma solo per cercare i sentimenti e le emozioni che ho provato nel leggere il libro.
    P.S. Rosalie era orrenda nelle riprese del momento in cui Jacob è andato a casa Cullen per trovare Bella.
    Sissa

    • sissa71 says:

      ” Impara a scrivere ” Hai ragione!!! Non ho avuto il tempo di rileggere ciò che ho scritto.
      “Invidiosi di merda”: offendendo chi, come te, è appassionato alla saga non fai diventare più importanti le tue opinioni.

      • alessandro says:

        Penso e “spero” non ce l’avessero con te!
        “offendendo chi, come te, è appassionato alla saga non fai diventare più importanti le tue opinioni”…
        Quanto hai ragione!
        Ciao e a presto

    • alessandro says:

      Interessantissimo quello che scrivi e ti quoto.
      “Sembra un film girato per obbligo”, dici e come non essere d’accordo?
      Grazie del commento
      A presto
      Alessandro

  14. Marty says:

    eh si continuate a fare i finti critici con parole che non stanno ne in cielo ne in terra. la saga e la più bella in assoluto e non capisco perche’ dovete continuare a criticarla invidiosi di merda impara a scrivere

    • alessandro says:

      Comunque, Mary grazie perché dovrò imparare a scrivere….comunque anche te vuoi venire al corso con me? Hai qualche problema con gli accenti, non li metti o li metti sbagliati….
      Il tuo non mi pare comunque un commento da cui tirar fuori una conversazione, quindi ti saluto

  15. elly says:

    Ale, io sono una superfan dei libri della Meyer e della saga in generale, ma sta volta devo quotarti in tutto, film noioso e deludente nella prima parte, si risolleva un pochino con la scena del parto e del salvataggio straziante di Edward nei confronti di Bella, il mio voto è basso purtroppo. Le altre volte avevo voglia di tornare in sala a rivedere il film, sta volta manco se mi pagano. Ciao

    • alessandro says:

      Grazie del commento e sono d’accordo con te. Un paio di spunti interessanti non salvano però il film e quindi, anche secondo me, il voto resta basso:)

  16. antonella64 says:

    sono superconvinta che prima bisogna vedere il film e poi leggere il libro, perche’ se come tt noi abbiamo letto prima i libri e poi visti i film, ci aspettiamo sempre che sia tt come abbiamo letto e ci sentiamo delusi se vi sono scene o dialighi che nn combaciano, anzi credo che sia anche molto difficile farlo uguale al libro-il film mi e’ piaciuto, quanto il primo, la fotografia e’ eccezzionale, le musiche un po’ meno ma mi ha piacevolmente sorpreso il fatto che vi hanno inserito brani del primo film e il finale con l’apertura degli occhi rossi di bella, mi ha un po’ ricordato Avatar, tt sommato mi sono divertita-chi si aspettava molto piu’ horror e’ stato sicuramente deluso, che io mi ricordi neanche nei libri vi e’ molta violenza, dato che comunque e’ una storia d’amore impossibile reso possibile-ciao

    • alessandro says:

      Cia Antonella grazie di aver espresso il tuo punto di vista! L’importante è che comunque tu non sia rimasta completamente delusa. Ogni film ci regala delle emozioni e quindi è tutto molto soggettivo.
      La fotografia del film è probabilmente una delle cose migliori
      Grazie e torna a trovarci presto

  17. anto says:

    A me sinceramnete è piaciuto e stasera lo vado a rivedere da sola………… I libri sono i libri e sono sempre stati piu’ belli dei film pochissime volte ho assistito al contrario con cio consiglio vivamente di leggere prima il libro e poi vedere il film………….. secondo me si completano l’uno con l’altro……… Accetto le opinioni altrui ma questa recensione è a mio parere troppo negativa……………

  18. grazia says:

    e quella me la chiamano scena hot …………per carita’ va bene che era rivolto ad un pubblico per la maggior parte minorenne ma la prima notte d’amore e’ stata una delusione totale

  19. grazia says:

    mille volte damon e stefan the vampire diares nn c’e’ paragone

    • alessandro says:

      Non sei la prima ad aver espresso questa opinione:) Grazie del commento!
      Curiosità: hai visto tutti gli episodi di Twilight? Giusto per sapere se ti ha deluso solo Breaking Dawn o la Twilight Saga in generale
      Saluti e a presto

  20. lully art says:

    quante lamentele… la saga è divina, i libri sicuramente incantevoli, nei film si nota la differenza del cambio regista.. è ovvio ke il primo film di qualsiasi storia è sempre il più bello… ma non lamentatevi se la saga vi piace andatevi a vedere il penultimo e non ropete i taralli!!! Abbiamo aspettato un anno per vedere “come andava la storia” non com’è fatto il film! Andateci voi a sbaciukkiarvi e a mettervi nel letto con qualkuno che non è il vostro partner! vediamo se ci riuscite alla grande! il film come sempre ci regala quell’ansia che purtroppo ci porteremo ancora per un altro anno!

    • alessandro says:

      No, abbiamo aspettato per vedere come finiva la storia DI UN FILM. Quindi, le due cose penso siano strettamente collegate, non trovi?
      Saluti, a presto
      Alessandro

  21. Marty says:

    Io veramente mi riferivo allautore della recenzione

    • alessandro says:

      Si sono l’autore della RecenSione……Grazie, perché i tuoi commenti mi permettono di capire con chi mi devo relazionare..

  22. simona says:

    salve scrivo perche’ anche io ho visto il film (ps sono un over 30 per chiarire)
    ho letto prima i libri che ci regalano un viaggio in un mondo fantastico (vampiri licantropi ecc)
    malvagio e dove l’amore trionfa.
    li ho adorati tutti
    letti tutti almeno 6 volte e riletti dopo l’uscita del film relativo
    non ho approvato i tagli fatti su alcuni specie eclipse ma dei quattro fino ad ora usciti
    dopo twilight questo mi e’ sembrato il migliore
    mi ha appassionato il matrimonio come le scene durante la gravidanza
    mi e’ mancata solo la disputa tra Jacob e Rosalie a completare con una risata quella che per me e’ una serata al cinema che si conclude con un sorriso sul volto e tanta voglia forse di essere giovani come i protagonisti per provare le stesse emozioni

    • alessandro says:

      Grazie del commento, il primo, sono d’accordo, è il migliore. Ma dopo anni di incassi stratosferici hai la possibilità di creare un qualcosa che faccia ricredere anche chi non ha mai amato la saga.
      Secondo me, puntano troppo sui fan estremisti, quelli che nonostante tutto non criticano mai. Sono proprio le critiche dei fan che, invece, aiutano la produzione.
      Ti saluto, a presto
      Alessandro

  23. elanor says:

    è il tipo esempio di come un film non riesce a rendere al meglio il libro…
    questo libro è decisamente più psicologico e il film è stata una cattiva trasposizione di quasi tutto..
    i dialoghi iniziali sono stati banalizzati, il dolore, la sofferenza e il tomento di edward, bella e jake non è reso minimamente…
    i doppiatori hanno fatto un lavoro mediocre nella recitazione… forse dovevano leggere meglio il libro e “capirlo”…
    il momento della trasformazione è descritto nel libro come una sofferenza atroce….nel film non si vede nulla…
    e la parte finale (dopo i titoli di coda) è stata inventata di sana pianta…
    non si è capito neanche tutto l’attaccamento di rose a bella
    l’angoscia di edward per bella è diventato odio…

    hanno reso un bellissimo libro, un film mediocre…

    speriamo che l’anno prossimo facciano meglio..

  24. alessandro says:

    Si Elanor, ti quoto, un film “mediocre”

    • elly says:

      quotissimo. E mi dispiace immensamente.

      • alessandro says:

        Elly, hanno la possibilità di fare meglio. Hanno i mezzi e i numeri dalla loro. Importante, e su questo insisto, è l’apporto dei fan che devono sentirsi in dovere di criticare, se c’è da criticare. Giudicare il film bellissimo significa non voler aprire gli occhi. Posso capire chi dice: alcune cose mi sono piaciute, ok è soggettivo, ci mancherebbe. Ma ricordiamoci che solo dimostrandosi esigenti si riesce ad ottenere il meglio, e parlo di quel bisogno primario che ha lo spettatore, il fan, di vedere una storia che sia credibile. Una saga come Twilight aveva tutte le credenziali per diventare epica mentre, invece, mi sembra si sia voluto puntare solo su un determinato mercato, quello adolescenziale. Per me, lo ripeto, una occasione persa e il rischio per gli attori di restare intrappolati in un ruolo che ormai, è evidente, gli va fin troppo stretto.

  25. Melissa says:

    ho letto la tua recensione ma non sono d’accordo.
    partendo dal presupposto che sono fan della serie, a mio parere questo è stato il film migliore, sarà che sono ancora in stato catatonico, ma a me è piaciuto, e trovo gli attori molto più maturi, per esempio la Stewart, che nei film precedenti non ha di certo dato il meglio, in questo film è stata magnifica, ha reso al meglio il personaggio di Bella, per quanto riguarda Pattinson e Lautner li ho sempre trovati ottimi, ma in particolare il secondo.
    l’unica delusione è stata la musica, mi aspettavo di più, dato che per me la musica è una componente fondamentale in un film;
    di certo non sono un critico, ma traggo le mie conclusioni basandomi sulle senzasioni che questo film mi ha trasmesso, mi ha fatto divertire ma soprattutto commuovere e per me questo è l’importante…le mie aspettative sono state soddisfatte pienamente, e ne sono contenta.
    non per questo non rispetto il tuo parere che, a differenza di altri, ha una sua logica.
    spero che la seconda parte sarà doffisfacente come la prima :D
    un saluto

    • alessandro says:

      Si Melissa penso di aver già spiegato cosa della saga non mi è piaciuto. Secondo me partendo dall’inizio sceneggiatori e registi – tutti – potevano davvero far un lavoro migliore
      Saluti

  26. alessandro says:

    Comunque, vorrei ringraziare tutti per aver visitato il nostro sito ed aver partecipato alla discussione!
    Buona notte a tutti!

Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑