News

Published on luglio 9th, 2018 | by Elide Messineo

0

John Malkovich nel seguito di “The Young Pope” di Paolo Sorrentino

Da poco uscito nelle sale con “Loro” e “Loro 2“, Paolo Sorrentino si prepara a tornare dietro la macchina da presa, ma stavolta per una serie televisiva.

Si tratta del sequel, se così si può chiamare, di “The Young Pope“. La serie, realizzata per HBO, era destinata ad essere limitata ad uno solo capitolo e proprio per questo motivo non si sa bene come verrà gestita una seconda stagione. Il finale della prima era piuttosto ambiguo nei confronti del destino di Lenny Belardo, il giovane papa impersonato da Jude Law. Attualmente è stato confermato che l’attore britannico tornerà a lavorare con Paolo Sorrentino per la serie. Il regista è già al lavoro con il fidato sceneggiatore Umberto Contarello e le riprese dovrebbero iniziare il prossimo novembre.

L’arrivo di John Malkovich

Nei giorni scorsi si è diffusa la voce della presenza di John Malkovich e dovrebbe essere proprio lui il nuovo volto della serie. Jude Law nei panni di Belardo, quindi, dovrebbe avere un ruolo più limitato. Non si sa, invece, quali altri membri del cast della prima stagione torneranno nella seconda. Sembra quasi certa la presenza di Silvio Orlando, apprezzatissimo nei panni del Cardinale Voiello. Al momento Malkovich è impegnato sul set di un’altra produzione, quella di “The ABC Murders”. Deadline riporta che la nuova serie di Sorrentino si chiamerà “The new pope” e sarà incentrata su questa nuova figura, ma avrà molti elementi della prima stagione.

The Young Pope” ha debuttato nell’ottobre 2016, riscuotendo fin da subito un ottimo successo di critica. Impossibile non notare, tra le altre cose, la sigla, che mette insieme sacro e profano. Il brano è “All along the watchtower” di Bob Dylan ma nella versione di Devlin. Jude Law, nei panni di Belardo, percorre un corridoio lungo il quale si imbatte in una serie di dipinti, seguito da una stella cometa, che ripercorrono la storia della chiesa – almeno nella visione sorrentiniana – che si chiude con “La nona ora” di Cattelan.

 

Tags: , , , ,


About the Author



Commenta il post

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to Top ↑