Tutte le curiosità da "American Horror Story" | CineZapping





Curiosità

Published on Febbraio 27th, 2015 | by sally

0

Tutte le curiosità da “American Horror Story”

American Horror Story” è una delle serie tv più amate degli ultimi anni: creata da Ryan Murphy e Brad Falchuck ha da poco chiuso la quarta stagione, “Freak Show“. I fan sono in attesa di scoprire cosa racconterà la quinta stagione e soprattutto se ci sarà Jessica Lange e quali degli altri attori torneranno sul set.

Per ingannare l’attesa, ecco una lista di tutto quello che probabilmente ancora non sapevate sull’intera serie, con qualche chicca per i veri appassionati.

Stagione 1 – Murder House

The Rosenheim Mansion

La casa della prima stagione, “Murder house” appunto, si trova a Los Angeles. Sei camere da letto e cinque bagni, nel 2013 è stata messa sul mercato per il valore di 7,8 milioni di dollari. La casa è stata utilizzata anche per altri film e serie tv come “Dexter“, “X-Files” e “Buffy – L’ammazzavampiri“.

Rubber Man

Restando in tema, l’uomo con la tuta di lattice è impersonato da Evan Peters: il costume era talmente attillato che ha dovuto usare un lubrificante per poterlo indossare e inoltre durante le scene stunt ha strappato più di un vestito.

Hallie

Nella prima stagione conosciamo anche il cagnolino Hallie, avreste mai immaginato che potesse essere una superstar? Il cane della famiglia Harmon aveva diversi impegni sul set, doveva recitare anche in “Suburgatory” ed infatti Lambchop (questo è il suo vero nome) manca da alcuni episodi di “Murder House” perché era alle prese con un’altra serie.

La carriera di Evan Peters

Che ci crediate oppure no, Evan Peters ha iniziato a recitare perché aveva un obiettivo ben preciso, quello di conoscere le gemelle Olsen. Per fortuna la sua carriera è andata ben oltre. Nella scena della doccia in “Asylum” l’attore ha mostrato le sue parti intime alle colleghe Sarah Paulson e Jessica Lange. Avranno apprezzato?

L’influenza di Glee

Bryan Murphy è l’artefice del successo di un’altra serie, “Glee” e l’influenza si nota anche in “American Horror Story”, dove capita di scorgere qualche “momento musical”, come “The name game” in “Asylum” o i tributi di “Freak Show“, a David Bowie in primis (ma ci sono anche i Nirvana e Fiona Apple).

Jessica Lange, Sarah Paulson e Evan Peters

I tre attori insieme a Frances Conroy per il momento sono gli unici ad essere apparsi in tutte le stagioni della serie. È ancora in forse la presenza della Lange nella quinta stagione, aveva annunciato di volersi fermare alla quarta ma Ryan Murphy ha dichiarato di volerla convincere a tornare per la quinta.

One Tree Hill

Qui la cosa si fa complessa: Evan Peters in “One tree hill” recitava al fianco di Ashley Rickards e lei era innamorata di lui. Nella prima stagione di “American Horror Story” invece la Rickard interpreta una delle vittime di Tate.

Stagione 2 – Asylum

Six Feet Under

Altre due star hanno già lavorato insieme e si tratta di Frances Conroy e James Cromwell. Inoltre il figlio dell’attore appare nei panni del giovane dr. Arden.

American Horror Story Asylum: The origins of Monstrosity

Briarcliffe

La struttura in cui è ambientato “Asylum” in realtà era una corte di giustizia oggi trasformata in museo. Se volete visitarla, si trova ad Orange County, in California, e l’ingresso è libero.

Alma e Kit

I personaggi di Alma e Kit Walker si ispirano ad una coppia realmente esistita: negli anni Sessanta Barney e Betty Hill sostenevano di essere stati rapiti dagli alieni.

Shelley

L’orribile figura di Shelley (Chloe Sevigny) devastata dagli esperimenti del Dr. Arden è stata realizzata usando delle protesi che non permettevano all’attrice di muovere bene le gambe, per cui era costretta a spostarsi in sedia a rotelle.

Pepper

Uno dei personaggi più amati della seconda stagione è Pepper, impersonata da un’irriconoscibile Naomi Grossman. Per la preparazione del suo personaggio occorrono quasi tre ore di trucco ma il successo è stato così tanto che Pepper è tornata anche in “Freak Show”.

Stagione 3 – Coven

La suprema rivelata nei titoli di testa

Avete aspettato la fine della stagione per scoprire il nome della Suprema? Beh, in realtà lo rivelavano indirettamente i titoli di testa, accanto al nome di Sarah Paulson appare la figura di Santa Muerte, altrimenti nota come la Donna dei Sette Poteri e sappiamo bene che la Suprema sa destreggiarsi perfettamente tra le sette meraviglie.

Miss Robichaux’s Academy

La congrega delle streghe di New Orleans in realtà è conosciuta come Buckner Mansion. Un tempo era una scuola di economia ma se volete rivivere le atmosfere di “Coven” potete affittarla… per 5000 $ a notte.

American Horror Story: Coven - Head

Spalding

Per le stanze dell’Accademia per fortuna non vedrete aggirarsi l’inquietante maggiordomo Spalding. Dennis O’Hare si rifiutava di aprire bocca quando era nei panni di Spalding. Che ci fossero le riprese in corso o meno, doveva calarsi perfettamente nella parte. Nella terza stagione era stata girata anche una scena di sesso tra il maggiordomo e Madison (Emma Roberts) che si concludeva con i due che dormivano insieme in una stanza piena di bambole, ma poi la scena è stata tagliata, era nel settimo episodio di “Coven“.

Evan Peters e Emma Roberts

I due attori stanno insieme nella vita reale e si sono fidanzati ufficialmente nel 2013. La loro relazione è piuttosto turbolenta, tanto che la Roberts l’anno scorso è stata arrestata per aver picchiato il compagno. L’attrice aveva rinunciato al suo ruolo in “Spring Breakers” per non girare una scena di sesso a tre ma poi la cosa si è ripetuta in “Coven” insieme a Taissa Farmiga, anche se la scena non è esplicita.

The Axeman

Anche il personaggio dell’uomo con l’accetta è realmente esistito. Interpretato da Danny Huston, l’uomo con l’accetta ha commesso i suoi omicidi tra il maggio del 1818 e l’ottobre del 1919. La lettera che viene letta in “Coven” è stata realmente scritta dal killer, che invitata la gente ad ascoltare jazz, altrimenti sarebbe morta.

Stagione 4 – Freak Show

Bette e Dot

Passando alla quarta stagione, è stato difficilissimo girare le scene con Sarah Paulson nei panni delle gemelle siamesi Bette e Dot. Quindici ore di riprese e una combinazione di effetti visivi, la testa di una bambola e un corsetto con un’asta verde per simulare la presenza di due teste.

L’accento di Kathy Bates

Mentre Dennis O’Hare rimaneva in silenzio per impersonare Spalding al meglio, Kathy Bates doveva simulare l’accento di Baltimora ma per evitare di perderlo, continuava ad utilizzarlo anche fuori dal set.

Meep

Ben Woolf è l’attore che interpreta Meep e chi ha un occhio attento si sarà accorto che è anche colui che interpreta Taddeus in “Murder House“. Nella vita reale Woolf insegna all’asilo. Vista l’età dei suoi alunni, è bene che non lo vedano in “American Horror Story”!

Update: purtroppo l’attore è morto in un incidente stradale pochi giorni fa, aveva 34 anni.

Jyoti Amge

È la donna più piccola del mondo e nel “Freak Show” interpreta Ma Petite. In India, sua patria natale, è considerata una vera e propria divinità.

Rosemarie Siggins

Oltre ad essere ispirati al film “Freaks“, molti dei protagonisti della quarta stagione hanno dei veri problemi fisici. La storia di Rosemarie è conosciuta in tutto il mondo, la donna senza gambe ha sfidato le leggi della natura ed è perfino riuscita a mettere al mondo due figli.

Pepper in "American Horror Story: Freak Show" | © Entertainment Weekly

 

Tags: , , ,


About the Author



Commenta il post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑